Wise Society : Come fare la spesa al tempo di Covid-19
SPECIALE : Tutte le news sul Coronavirus
ARTICOLI Vedi tutti >>

Come fare la spesa al tempo di Covid-19

La chef Bianca Celano consiglia cosa mettere nel carrello durante l'emergenza coronavirus per una spesa sana di almeno una settimana

Rosa Oliveri
27 marzo 2020

Una delle cose che è completamente cambiata in quest’emergenza Covid-19 è il modo di fare la spesa. Non ci si può più permettere di attardarsi fra gli scaffali o di decidere all’ultimo momento perché il distanziamento sociale impone rispetto per chi è in coda. E’ necessario anche avere ben chiaro cosa acquistare perché è consigliabile non andare spesso a fare la spesa e riempire il carrello per una settimana (e anche più) in maniera intelligente non è cosa semplice.

Abbiamo chiesto qualche consiglio a chef Bianca Celano, già chef di Qqucina Qui, oggi personal chef e docente in corsi di cucina.

La chef Bianca Celano

Foto: coutesy of Bianca Celano

Fare una lista dettagliata limitando stuzzichini e bevande gassate

Il primo consiglio di Bianca Celano è fare una lista dettagliata che tenga conto di ciò che si vuole cucinare nella settimana (o più se si decide di allungare i tempi della spesa) e dell’equilibrio nutrizionale del menu. Poi nel carrello della spesa non dovrebbero mancare legumi, patate, verdure e ortaggi, agrumi, pasta e riso, farina. «Bisogna limitare gli stuzzichini perché stando in casa ci si muove di meno ed evitare le bevande gassate che sono un concentrato di calorie, ma non di nutrienti», dice la cuoca.

Sì a legumi, patate e ortaggi

«Partiamo dai legumi che possono essere utilizzati come condimento per la pasta o per le minestre che – sottolinea -, se cucinate in blocco, possono essere congelate». Legumi che, continua, «è meglio non acquistare in scatola, ma se proprio non se ne può fare a meno controllate sempre la data di inscatolamento perché i legumi s’induriscono con il passare del tempo». Le patate sono versatili e possono essere utilizzate per preparare contorni, per purè, gnocchi, sformati e anche insalate.
Ci vuole molta attenzione nell’acquisto delle verdure. Ricordate che le insalate in busta non si conservano per molto tempo. Non si conservano per lungo tempo nemmeno le verdure a foglia tenera che, se acquistate, possono essere conservate tra carta bagnata e strizzata oppure avvolte in un panno umido dopo essere state lavate e asciugare per bene. Preferite gli ortaggi della famiglia delle crucifere: broccoli, cavolfiore, cavolo romano, broccoletti di Bruxelles, rape, cime di rapa. Aggiungete carote, porri e sedano, anch’essi molto versatili in cucina. E, in queste settimane, potete abbondare con i carciofi che, essendo ormai quasi a fine stagione, godono di prezzi vantaggiosi.

Tanta frutta e agrumi, latte fresco e formaggi regionali

Nel carrello della spesa mettete frutta di stagione e non dimenticate agrumi e kiwi, ricchi di vitamina C. E’ giusto fare una scorta di latte a lunga conservazione, ma quando fate la spesa aggiungete latte fresco da consumare subito, non tanto per il profilo nutrizionale quanto per supportare le filiere agroalimentari.
Nel reparto formaggi è meglio orientarsi su quelli stagionati, possibilmente regionali, perché si possono conservare. E poi ci sono Grana Padano e/o Parmigiano Reggiano che possono insaporire ogni piatto.

supermercato spesa pesce azzurro pesce olio extravergine doliva lista della spesa lievito di birra legumi insalate formaggi Farina data di inscatolamento CoVid 19 coronavirus carrello della spesa carne carciofi bianca celano

Foto: iStock

Carne e affettati

Non caricare il carrello di carne rossa: alle fettine preferite tagli diversi come il cappello del prete con il quale è possibile preparare brasato e bollito. Se avete intenzione di congelare la carne mettetela prima sottovuoto e ricordare di scongelarla rigorosamente in frigorifero. Evitate la carne di maiale che non si presta al congelamento. Tra pollo e tacchino preferite il secondo. Se proprio non riuscite a fare a meno degli affettati orientatevi verso la fesa di tacchino o il prosciutto cotto senza lattosio.

L’importanza del pesce, meglio se fresco

Si dovrebbe consumare due volte la settimana. Compratelo e consumatelo subito.
Preferite il pesce azzurro. Se volete congelarlo preoccupatevi di informarvi che non si tratti di pesce decongelato, poi prima riporto nel congelatore evisceratelo, lavatelo e tamponatelo. Scegliete il vetro per i filetti di tonno, comprateli al naturale e aggiungete voi, nel piatto, un filo d’olio extravergine d’oliva.

Farina per dolci ma anche per il pane

Visto che c’è molto tempo mettere nel carrello lievito e farine per fare dei dolci da colazione sani. E anche del lievito di birra per pizze e, se siete bravi, anche il pane.

Ultimo consiglio sui surgelati: se proprio dovete fate largo a minestroni e filetti di pesce ma non comprate cibi precotti da infilare in forno.

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 33253 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 33275 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 399 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 24671 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 32853 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 33086 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 33274 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 9813 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7681 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7411 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7206 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 33276 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 33254 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 25472 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1406 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21557 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 950 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 20385
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY