Wise Society : Luce anti Covid 19: le lampade italiane sanificano e migliorano la vita dell’uomo
SPECIALE : Tutte le news sul Coronavirus
ARTICOLI Vedi tutti >>

Luce anti Covid 19: le lampade italiane sanificano e migliorano la vita dell’uomo

Andrea Ballocchi
8 Settembre 2021

Si presentano come soluzioni di luce anti Covid-19, in grado di sanificare l’ambiente, ma soprattutto di contribuire al benessere delle persone. Sono le soluzioni di illuminazione indoor Serena Collection, prima collezione CŌDEGA, nuovo marchio nel mondo del lighting che realizza “lampade di scopo”. Si tratta di lampade che non servono solo per illuminare, ma “vestono” la luce con l’obiettivo di migliorare la qualità di vita delle persone. Rappresentano le prime lampade nate proprio con questo scopo. E lo fanno mettendo in pratica il concetto di human centric lighting, teoria e metodologia che ha quale finalità di impiegare l’illuminazione per migliorare la vita degli esseri umani seguendo il loro ritmo circadiano.

A “disegnare” questa collezione hanno contribuito in prima persona due lighting designer di fama internazionale e pluripremiati per la loro attività all’avanguardia sul tema della luce: Francesco Iannone e Serena Tellini, fondatori e titolari dello studio Consuline, firme di importanti progetti come la luce per gli spazi architettonici del Lighting Plan for Olympic Green Central nel 2008 a Pechino o per il Circuito di Formula 1 a Shanghai. La collezione è presentata in anteprima alla Milano Design Week 2021 (Milano, Palazzo Litta, dal 4 al 10 settembre).

Lampade Codega

Foto Codega

Luce anti Covid-19: da dove nascono le lampade human centric

Parlare di luce anti Covid-19 non è casuale perché l’idea alla base della collezione Serena Collection nasce nel periodo più buio della pandemia, durante il lockdown e il necessario confinamento tra le mura domestiche.

«L’idea di creare lampade, che avessero come scopo la salute delle persone, è nata durante il primo lockdown, quando tutti siamo rimasti in ambienti chiusi per tanto senza avere la possibilità di uscire all’aperto. Avere degli oggetti belli da vedere, che portino benessere e sicurezza alle persone negli ambienti dove vivono è la motivazione che ci ha spinto a realizzare la nostra start-up CŌDEGA», spiega Elena Baronchelli. Da qui grazie alla collaborazione con i designer Serena Tellini e Francesco Iannone e l’azienda Tolight Sas di Brescia è nato questo progetto. Per quanto riguarda il comfort e il benessere, al centro della collezione c’è, come detto, il concetto base dello Human Centric Lighting.

Le lampade Serena emettono luce a LED in diverse tonalità di bianco, il cui scopo secondario è ricostruire nell’uomo l’equilibrio Circadiano, cioè il corretto ritmo del ciclo vitale del nostro organismo. La tecnologia inserita consente con programmi di scenografie subliminali di aiutare le persone a lavorare, a vivere, a rilassarsi. Queste sequenze luminose mettono in sincrono il Ciclo Circadiano umano e il suo ritmo, sperimentato dal Monza method, creato da Consuline. Si tratta di un sistema di interazione percettiva tridimensionale della luce basato sull’uso della luce a LED integrata con discipline quali neuroscienze e neuro estetica. Questo metodo prende il nome dal progetto ideato per la Cappella di Teodolinda in Monza, primo caso applicativo.

Il potere dell’UV anti-virus e batteri

Come detto, queste sono soluzioni di luce anti Covid-19. Grazie all’inserimento di luce ultravioletta (raggi UV-C), le cui proprietà germicide sono note sin dal XIX secolo, la collezione Serena intende riportare la sicurezza nei luoghi della socialità come case, uffici, luoghi dell’ospitalità, sanificando spazi e oggetti.

Il potere antibatterico e anti virale dell’ultravioletto è stato riconosciuto dall’Istituto Superiore della Sanità e da altre istituzioni tra le soluzioni per combattere il Covid-19 e che già in alcuni ospedali si sta utilizzando per la sanificazione di ambienti e superfici con risultati interessanti. Nello spettro elettromagnetico, l’ultravioletto cade tra la banda del visibile e le emissioni a raggi X, ovvero nelle lunghezze d’onda tra i 100 e i 400 nm (nm = milionesimo di millimetro). Nello specifico, il picco di efficacia germicida si colloca tra 260 e 270 nm che rientrano nell’intervallo di lunghezza d’onda dei raggi UVC (100-280 nm). In questo contesto, i LED rendono più facile la sterilizzazione e la igienizzazione di ambienti e superfici.

Lampade anti-covid: collezione Serena

Foto Codega

Serena Collection: lampade di scopo, dalla casa al lavoro

La collezione conta su varie soluzioni finalizzate allo scopo e all’ambiente dove vengono poste. Si va da Serena Convivio, lampada adatta per la lettura e il lavoro ed è completa del sistema di illuminazione innovativo per il sincrono dei cicli circadiani di sostegno e agevolazione dei rapporti conviviali, a Serena Pisana. Quest’ultima soluzione prevede, grazie a ventole di richiamo, il passaggio dell’aria attraverso l’emissione di luce ultravioletta. In questo modo dalla lampada esce aria pulita e sanificata senza che il flusso di luce ultravioletta tocchi le superfici.

Non mancano poi le versioni vocate maggiormente a impieghi professionali (Serena Lavoro), che possono garantire performance tecniche delle ottiche antiabbagliamento e ultra-relax, abbinate alla facilità di spostare la lampada ovunque siano necessarie le sue funzioni.

Andrea Ballocchi

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 32853 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 33086 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 34
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY