Wise Society : Longevity & Anti-Aging World Forum al via il 25 e 26 maggio

Longevity & Anti-Aging World Forum al via il 25 e 26 maggio

di Serena Fogli
13 Maggio 2022

Imparare a vivere bene per vivere a lungo. Un forum online multidisciplinare che, attraverso quattro diverse aree tematiche, ci illustra i pilastri dell'healthy ageing. Masterlass, talk e workshop animeranno una due giorni ricca di appuntamenti. La partecipazione è gratuita!

Imparare a vivere bene per vivere a lungo. È questa l’idea alla base del BE WISE: Longevity & Anti-Aging World Forum, ormai giunto alla sua seconda edizione dopo il grande successo dello scorso anno. In programma il 25 e 26 maggio 2022, l’appuntamento è online per consentire a tutti di partecipare per far propri i rudimenti dell’Healthy Ageing, ovvero dell’invecchiamento attivo e, soprattutto, in salute. Medici, ricercatori, nutrizonisti ed esperti del settore interverranno in una due giorni densa di appuntamenti, perfetti per fare il punto sulle nuove frontiere della scienza.

Longevity & Anti-Aging World Forum

Il programma del Longevity Aging World Forum 2022

Il BE WISE: Longevity & Anti-Aging World Forum è un evento gratutito e online, aperto a tutti. Il palinsesto è ricchissimo e prevede oltre 40 appuntamenti che, divisi fra masterclass, talk e workshop, si pongono lo scopo di illustrare anche al grande pubblico temi affascinanti per quanto complessi. Il linguaggio utilizzato, tuttavia, sarà sempre semplice e divulgativo. Dalla nutraceutica all’epigenetica, dalla genomica alla medicina preventiva, il Longevity Forum sarà un modo per fare un salto nel futuro e scoprire le nuove e innovative branche della medicina, nate per garantire all’essere umano una vita più lunga e soprattutto, più sana. Il comitato scientifico dell’evento sarà presieduto dal professor Damiano Galimberti, esperto di Dna e presidente dell’Associazione Italiana Medici Anti-Aging.

Le aree tematiche

Il programma è denso e gli appuntamenti sono suddivisi in quattro aree tematiche, cosicché ciascuno spettatore potrà scegliere gli argomenti che più lo interessano: Be Healthy (benessere e alimentazione), Be Beautiful (bellezza per il corpo e benessere per la mente), Be Active (movimento e attività fisica), Be Safe (inquinamento indoor e qualità dell’aria).

I protagonisti

Passiamo ad alcuni dei tanti nomi che animeranno il programma del Longevity & Anti-Aging World Forum. Il dottor Paolo Mariconti, che introdurrà nell’affascinante mondo dell’ipnosi e nei segreti dei mitocondri. Il professor Umberto Solimene, dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, che insieme con le Nazioni Unite ha dichiarato il 2021-2030 proprio il decennio dell’healthy ageing, il professor Silvio Garattini, oncologo, farmacologo e ricercatore, fondatore dell’Istituto “Mario Negri”, e il professor Valter Longo, gerontologo, professore di Biogerontologia e direttore Istituto sulla Longevità presso l’University of Southern California – Davis School of Gerontology di Los Angeles, direttore del laboratorio di oncologia e longevità Ifom (Istituto Firc di Oncologia molecolare), che interverranno alla plenaria d’apertura dell’evento. La dottoressa Romina Inés Cervigni, biologa nutrizionista e Responsabile scientifico della Fondazione Valer Longo ci parlerà di Alimentazione e oncologia per illustrarci come quello che mangiamo possa prevenire i tumori e rinforzare anche l’efficacia delle terapie. Le dottoresse Chiara Segrè e Agnese Collino, biologhe e supervisore scientifiche della Fondazione Umberto Veronesi sveleranno i segreti dei centenari e le loro abitudini quotidiane che concorrono ad allungare la loro vita. 

Il grande Mike Maric, medico, coach e campione di appena ci illustrerà la sua scienza del respiro, mostrandoci come una corretta respirazione possa aiutare ciascuno di noi a combattere l’insonnia. Nelson Marmiroli, professore emerito di Biotecnologie ambientali Università di Parma, ci aiuterà invece a capire quali sono le piante in grado di purificare l’aria di casa, aiutandoci a combattere l’inquinamento indoor. Parteciperà anche l’immunologo Attilio Speciani, con un interessante talk sulle intolleranze alimentari. Anche la cucina e la sostenibilità ai fornelli faranno capolino al Longevity Forum e il protagonista sarà Franco Aliberti, eco-chef per vocazione. Gilda Gelati, ex prima ballerina Teatro alla Scala, e Paolo Bernasconi, master trainer Gyrotonic specializzato, ci introdurranno ad alcune tecniche di ginnastica dei danzatori per il benessere di corpo e mente. Francesco Zago, invece, ci insegnerà a leggere le etichette dei prodotti per l’igiene della casa, così da evitare quelli che contengono pericolosi interferenti endocrini.

Ad aprire le danze, il 25 maggio alle ore 9,30, la plenariaLe nuove frontiere della ricerca: quali gli scenari più promettenti in ottica longevità?” con eminenti esperti e ricercatori del settore per comprendere cosa dobbiamo attenderci per il futuro alla luce dei forti cambiamenti socioeconomici in atto e del progredire della ricerca.

«Oggi siamo in presenza di una sorta di “rivoluzione copernicana” nella medicina, il cui obiettivo diventa quello di “condizionare l’invecchiamento”, ovvero rendere sereno il trascorrere degli anni in una condizione di essere umano sano, autonomo, libero, il più possibile, dalle patologie cronico-degenerative tipiche dell’età avanzata, dove il rischio personale di sviluppare una malattia dipende essenzialmente dall’interazione tra l’individuo, l’ambiente circostante e la suscettibilità individuale» spiega il presidente del comitato scientifico Damiano Galimberti. «Ciò porta a passare, quindi, da una medicina curativa a una medicina preventiva, volta a protrarre il più a lungo possibile la condizione di buona salute, grazie appunto alla prevenzione che rimane la miglior arma a disposizione per preservare il proprio benessere».

Longevity & Anti - Aging World Forum

 

Longevity Forum 2022: healthy ageing al centro

Il comun denomitatore di ogni intervento in programma al Longevity & Anti-Aging World Forum è da ritrovarsi nel concetto dell’Healthy Ageing, ovvero dell’invecchiamento attivo e in salute. Ed è proprio ad esso che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dedicato il decennio 2021-2030.

«La grande risposta del pubblico all’edizione dello scorso anno», sottolinea Antonella Di Leo, editore e Ceo di Wise Society, «dimostra quanta attenzione e desiderio di conoscenza ci siano intorno alla longevità e al tema dell’invecchiamento in salute, temi di grandissima attualità visto il notevole allungamento della durata media della vita umana. La nostra mission e quella dei prestigiosi partner che ci accompagnano in questo percorso è informare e sensibilizzare il grande pubblico verso una cultura della prevenzione a tutti i livelli che deve partire da lontano, da quando si è giovani, perché ragazze e ragazzi in salute oggi saranno adulti e anziani più sani domani, con ricadute positive per tutti, non solo a livello sanitario, ma anche socioeconomico».

A organizzare l’evento è Wise Society, che da sempre si occupa di informare i propri lettori a uno stile di vita più sostenibile, anche in merito alla salute e al benessere. Il Longevity & Anti-Aging World Forum, inoltre, si avvale della della partnership e della presenza di rappresentanti di importanti realtà scientifiche, fra cui Associazione Italiana Medici Anti-Aging, Fondazione Umberto Veronesi, Fondazione Valter Longo, Organizzazione Mondiale della Sanità, Istituto Superiore di Sanità, Osservatorio Internazionale dello Stress Ossidativo Università Popolare di Medicina degli Stili di Vita – Lifestyle Medicine, Società Italiana di Medicina Ambientale, AssoBio – Associazione Nazionale delle Imprese di Trasformazione e Distribuzione di Prodotti Biologici, Confestetica, Federazione Nazionale Parafarmacie Italiane.


Vuoi partecipare al Longevity & Anti – Aging World Forum?


 

© Riproduzione riservata
Altri contenuti su questi temi: ,
Vedi di più su longevity
Continua a leggere questo articolo:
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 61229 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 57013
Correlati in Wise
 
DALLA COMMUNITY