Wise Society : Zuppe di salute, tutto il benessere delle piante che curano
ARTICOLI Vedi tutti >>

Zuppe di salute, tutto il benessere delle piante che curano

Ottime soprattutto calde nei mesi freddi, le minestre di erbe spontanee, radici e spezie vantano importanti proprietà che possono essere d'aiuto contro malanni di stagione e altri disturbi. Il parere della fitoterapeuta Xilex Welner.

Rosa Oliveri
8 Febbraio 2021

Zuppe che curano, zuppe che fanno star bene. Nella tradizione orientale, ma anche nella cucina contadina occidentale, le zuppe curative, a base di erbe spontanee, spezie, ortaggi e prodotti della terra sono ricette da sempre utilizzate per il benessere. Dalla tradizione alla fitoterapia, conoscere le proprietà di erbe che curano rappresenta un ottimo punto di partenza per star bene.

zuppe curative: il dettaglio di un piatto

Foto di Alex Hu / Unsplash

Zuppe curative, a base di piante e spezie

Disintossicanti, diuretiche, energizzanti, ma anche in grado di aiutare in caso di raffreddore e congestione. Le zuppe curative, oltre a essere buone, sono ottime soprattutto nel periodo invernale e, mentre sostituiscono un pasto forniscono al corpo una grande quantità di nutrienti e principi attivi.

“Le zuppa curativa – dice Xilef Welner fitoterapeuta che dopo aver studiato presso The College of Phytotherapy ed essersi laureata alla The School of Health and Bio Science University of East London in Inghilterra, ha studiato approfonditamente le piante medicinali – è un tipico piatto invernale dal carattere corroborante molto comune nella tradizione orientale, ma utilizzata anche nella tradizione contadina europea. Le erbe officinali vengono, infatti, cotte a lungo in modo da rilasciare i loro fitocomplessi utilissimi come rimedi per fortificare il sistema immunitario o addirittura in grado di curare alcune patologie e disturbi”.

Zuppe di benessere con  le erbe spontanee

L’ideale per le minestre curative è che contengano piante spontanee o erbe selvatiche (di come imparare a conoscerle abbiamo parlato qui). “Le piante spontanee – spiega Welner, che sulle zuppe di salute tiene anche corsi –  sono anche più ricche di vitamine e di nutrienti rispetto ai vegetali coltivati, perché il terreno le arricchisce naturalmente di minerali e nutrienti. Noi siamo circondati da gemme preziose. La terra ci dona frutti meravigliosi capaci di farci stare bene e l’Italia è davvero uno scrigno enorme di questi tesori vegetali. Oggi la fitoterapia aiuta, in realtà, a riappropriarsi della conoscenza dei benefici delle piante officinali e dei vegetali che le nostre nonne e gli antichi conoscevano bene perché di queste piante si nutrivano sempre. Ecco, con i miei corsi mi piace dimostrare che molto di quello che tiene in salute il nostro corpo esiste già nel nostro quotidiano, nelle nostre cucine e basta soltanto fare scelte semplici”.

Zuppa di miso, una zuppa curativa ottima per l'intestino

Photo di Louis Hansel @shotsoflouis / Unsplash

Aglio e limone, ingredienti principi delle zuppe curative

La fitoterapia attraverso lo studio avvalora le scelte della cucina tradizionale e povera. “Io lavoro sulla tradizione ma anche sulle ricette scientifiche moderne”, aggiunge la fitoterapeuta. “In realtà mi piace far comprendere che si possono seguire corsi, si possono trovare ricette su internet e che basta ascoltare la natura per mettere in tavola rimedi naturali in grado di curare. Per esempio, tutti sanno che il limone fa bene, ma spesso se ne sottovalutano le proprietà. Il limone, oltre a essere ricco di vitamine, è antisettico e calmante e non dovrebbe mai mancare nella dieta quotidiana. Così come l’aglio che è un potente antivirale, un probiotico che aiuta a formare la flora batterica intestinale e ha interessanti proprietà antisettiche”.

Come preparare una perfetta zuppa curativa

Non esiste una ricetta precisa in termini di quantità per una minestra curativa. Per una zuppa curativa capace di aiutare a rafforzare le difese immunitarie e proteggere da raffreddori e raffreddamenti, ingredienti indispensabili sono aglio, zenzero, malva e timo. Basta mettere tutto a bollire per circa mezz’ora e gustare ancora calda magari aggiungendo qualche goccia di limone.

L0 zenzero – spiega Welner – oggi è ormai di uso comune. Qualche pezzo di questa radice dona alla zuppa una potente qualità anti-infiammatoria. Inoltre, lo zenzero riscalda internamente ed è ottimo contro i raffreddamenti. Il timo è un altro ottimo antibiotico e poi c’è la malva che oltre ad avere un buon sapore, è protettiva del tratto gastro intestinale, aiuta a sciogliere i bronchi intasati. Si possono anche aggiungere le ortiche, ricche di minerali o la piantaggine che aiuta a migliorare la struttura dei polmoni. Insomma spesso anche le cosiddette erbacce hanno qualità uniche”.

Zenzero e lime, ingredienti per zuppa

Foto di Kim Daniels / Unsplash

Rosa Oliveri

© Riproduzione riservata
Vedi di più su be healthy
Vedi di più su longevity
Continua a leggere questo articolo:
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 643 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2173 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21997 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 3090 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 32853 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 57013 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 33086 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 748 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 57014 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 33658
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY