Wise Society : La dieta anti-gelo
ARTICOLI Vedi tutti >>

La dieta anti-gelo

Una dieta consigliata dalla Coldiretti, pensata per proteggere l'organismo e rafforzare le sue difese immunitarie in previsione del freddo che sta per investire le Penisola.

Chiara Biasiol
27 dicembre 2010

Broad beans, shelled and lightly cooked.

Stiamo per essere investiti da un’ondata di gelo siberiano che, a partire da metà gennaio, farà precipitare le temperature anche di 15 gradi. L’alimentazione può darci una mano a prevenire e affrontare i malanni di stagione, così come ci insegna la nutraceutica. Quindi armiamoci di sciarpa, cappello e… dieta antigelo. È la Coldiretti a sottolineare che un valido aiuto può venire da una giusta alimentazione, calibrata per rafforzare, con l’apporto di vitamine e altre sostanze antiossidanti, le difese immunitarie; quindi è importante che sia ricca di alimenti energetici e nutrienti, in grado di dare il giusto contributo  di fibre, ferro, sali minerali.

In questo periodo dell’anno è necessario prendere le dovute precauzioni per rafforzare l’organismo in vista dei disturbi stagionali. Ma non solo, va tenuto nella giusta considerazione l’effetto delle basse temperature sull’organismo: il dispendio calorico superiore richiesto per mantenere la temperatura corporea stabile alla media di 37 gradi. Le vitamine più importanti in questo tipo di alimentazione sono la C, antiossidante e toccasana per il sistema immunitario, presente soprattutto nella frutta di stagione come agrumi (arance, clementine, etc.) e kiwi; la vitamina A, che si trova in numerose verdure di stagione ricche anch’esse di vitamina C e sali minerali come spinaci, cicoria, zucca, ravanelli, zucchine, carote e broccoletti; la vitamina B, che aiuta l’organismo a trasformare il cibo in energia, e si trova soprattutto in cereali integrali, avena, carne rossa, verdure a foglia verde (cavolfiori, broccoli, spinaci), tuorlo d’uovo e ceci; la vitamina D, ottimo sostegno per il sistema immunitario e per l’umore, che si assume da pesce, fegato, latte e uova. Ed è utile anche assumere vitamina E da frutta secca e olio extra vergine di oliva. Aglio e cipolla, soprattutto se crudi, hanno invece un significativo potere antibatterico.

Un alimento molto utile è il miele, soprattutto a colazione, insieme al latte. Fondamentali i legumi (fagioli, ceci, piselli, lenticchie, fave secche) perché oltre ad apportare energia contengono ferro e sono ricchi di fibre, e in più contengono lecitina, fonte di fosforo e immunizzante per le infezioni batteriche; inoltre sono ingredienti basilari per molti cibi tradizionalmente associati alla stagione come zuppe e minestroni, insieme a cereali come riso, orzo e farro. Questi cereali, insieme ad altri come il miglio e la segale, meglio se integrali, sono fonte dei carboidrati complessi necessari a dare energia e calore. Non vanno dimenticate infine le proteine da assumere, in giuste proporzioni, con pesce e carne bianca e rossa.

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 329 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 953 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1125 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6164 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 9487 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 339
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY