Wise Society : eV-Chalet: la prima struttura ricettiva off-grid d’Italia
ARTICOLI Vedi tutti >>

eV-Chalet: la prima struttura ricettiva off-grid d’Italia

Serena Fogli
4 Ottobre 2021

Si chiama eV-Chalet ed è un esempio di come l‘off-grid possa rappresentare un’alternativa al vivere e al fruire gli spazi, sia in natura che in città. Situato ai piedi del Resegone e precisamente nel comune di Morterone, eV-Chalet è ad oggi la prima struttura ricettiva totalmente off-grid realizzata in Italia. Le parole d’ordine sono autosufficienza energetica e, ovviamente, energie rinnovabili. Scopriamo meglio di cosa si tratta.

eV-Chalet

Foto eV-Chalet

eV-Chalet: l’off-grid è realtà ai piedi del Resegone

Di off-grid abbiamo già parlato, ma non fa mai male fare un piccolo ripasso. Letteralmente il termine significa “staccato dalla rete” e sta a indicare una struttura (sia essa una casa o un edificio adibito ad altro scopo) completamente autosufficiente dal punto di vista energetico. Come si può immaginare, nel caso dell’off-grid l’impatto ambientale è nullo e il concetto si inserisce nel più ampio tema della carbon neutrality, molto dibattuta nell’agenda 2030 e nella pre-cop26 di Milano.

Il progetto di eV-Chalet, in particolare, nasce dalla visione dell’amministrazione comunale di Morterone che, dopo aver vinto il bando BIM (Bacino imbrifero Montano) e il bando Valli Prealpine, ha dato avvio ai lavori che hanno portato alla realizzazione del primo chiosco turistico-informativo off-grid in Italia grazie al prezioso contribuito di eV-Now, fondazione privata di Ricerca, Sviluppo e promozione della mobilità elettrica.

Tetto fotovoltaico eV-Chalet

Foto eV-Chalet

L’autosufficienza energetica dello chalet

Come viene prodotta l’energia necessaria a eV-Chalet senza il supporto di una rete elettrica esterna? Le parole chiave sono “fotovoltaico” e “batteria ad accumulo energetico“. Il tetto della struttura è infatti ricoperto di tegole fotovoltaiche monocristalline prodotte da Gruppo STG – La Fabbrica del Fotovoltaico che, complessivamente, garantiscono una potenza totale di 9 kWp. L’energia prodotta viene poi immagazzinata in una batteria al litio attraverso un particolare sistema di gestione progettato da Wester CO srl.

E con una potenza di 9kWp si può far davvero molto: viene infatti supportata una pompa di calore, la zona ristoro, il free wi-fi è ben due punti di ricarica per veicoli elettrici installati da Daze Technology.

Ricarica elettrica eV-Chalet

Foto eV-Chalet

Un grande passo verso la transizione energetica

Completamente integrato nel territorio anche dal punto di vista visivo, eV-Chalet è un esempio di come la transizione energetica possa sia sempre più a portata di mano. Ecco cosa ne pensa il sindaco di Morterone, Antonella Invernizzi. “L’amministrazione uscente ha ritenuto che investire in una struttura di questo tipo in un punto strategico come Morterone fosse l’ideale per garantire a questa conca incontaminata e senza speculazione edilizia di mantenere la sua identità, un’identità capace di ritemprare l’animo in mezzo alla natura”.

Fanno eco le par0le di Daniele Invernizzi, presidente di eV-Now: “eV-Chalet! è un progetto che dimostra come anche la buona gestione legata a temi di efficienza energetica e di economia circolare facciano parte della grande sfida nella lotta ai cambiamenti climatici”.

Grazie all’ottimo lavoro svolto in termini di sostenibilità ambientale ed efficienza energetica, lo Chalet eco di Morterone riceverà da #EViaggioItaliano la certificazione Electric Friendly by Motus-E, che identifica le strutture ricettive di stampo innovativo pensate appositamente anche per i viaggiatori elettrici.

Serena Fogli

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 60 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 155 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 30 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 70875 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 28654
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY