Wise Society : Aerogel, il supermateriale che arriva dalla plastica: cos’è e quali sono i suoi (molti) usi e impieghi
ARTICOLI Vedi tutti >>

Aerogel, il supermateriale che arriva dalla plastica: cos’è e quali sono i suoi (molti) usi e impieghi

Un team di ricercatori ha trovato il modo di trasformare il PET delle bottiglie di plastica in un aerogel utile per l’edilizia, anche in funzione anti smog

Andrea Ballocchi
3 Marzo 2021

Ogni minuto nel mondo vengono acquistate un milione di bottiglie di plastica. Trovare modi per riciclare il PET, materia prima per realizzarle, diventa quindi fondamentale per risolvere uno dei più gravi problemi di cui soffre il pianeta: l’inquinamento causato dalla dispersione di rifiuti in plastica. Un team di ricercatori della National University of Singapore (NUS) ha messo a punto e brevettato un modo per trasformare un problema in opportunità. Come? Trasformando i rifiuti in PET in un super materiale ultraleggero utile per molte applicazioni, in funzione anti incendio, anti smog e per assorbire petrolio sversato in ambiente. Stiamo parlando dell’Aerogel. Scopriamo di che si tratta.

aerogel

L’aerogel realizzato dai ricercatori dell’Università NUS di Singapore, è una combinazione simile a un gel costituita da una sostanza allo stato solido e un gas, ottenuto dal riciclo di bottiglie di plastica, Foto: Nus University website

Che cos’è l’aerogel? 

L’aerogel è una combinazione simile a un gel costituita da una sostanza allo stato solido e un gas, ottenuto dal riciclo di bottiglie di plastica. È una sostanza facilmente lavorabile, molto leggera e dalle spiccate doti isolanti, oltre che da una forte capacità di assorbimento. Queste proprietà lo rende di forte interesse per una vasta gamma di applicazioni: per esempio nell’edilizia, come isolante termo-acustico.

Come si può usare l’aerogel?

Le bottiglie riciclate vengono impiegate per produrre speciali fogli di aerogel in formato A4, con una tecnologia di fabbricazione facilmente scalabile per la produzione di massa. Altro importante vantaggio di questo materiale è la sua versatilità.

Per gli sversamenti di petrolio in mare

Per esempio, se combinato con vari gruppi metilici, è in grado di assorbire molto rapidamente grandi quantità di olio, con una capacità fino a sette volte superiore dei trattamenti già esistenti in commercio. Per questo sono ideali per un loro impiego nei casi di sversamenti di petrolio. Così hanno fatto sapere i responsabili del lavoro di ricerca, guidato da Hai Minh Duong e da Nhan Phan-Thien, docenti del Dipartimento di ingegneria meccanica della NUS, condotta in collaborazione con il Singapore Institute of Manufacturing Technology (SIMTech).

Isolamento termico e antincendio

 Gli aerogel evidenziano inoltre una dote molto spiccata anti incendio, data la loro forte capacità di isolamento termico. Una dote utile nella realizzazione delle tute dei pompieri, tradizionalmente ingombranti. Se combinato con prodotti chimici con effetto ritardante di fiamma, l’aerogel in PET è in grado di resistere a temperature fino a 620 °C, un valore decisamente più elevato rispetto al rivestimento termico tradizionalmente utilizzato nei giacconi dei vigili del fuoco convenzionali, oltretutto pesando molto meno. La morbidezza e flessibilità garantisce anche un maggiore comfort.

uso dell'aerogel

L’aerogel, data la loro forte capacità di isolamento termico, viene utilizzato nella realizzazione delle tute dei pompieri, Foto: Nus University website

 

 

Aerogel, un valido alleato contro smog e polveri sottili

Se poi viene combinato con particolari materie chimiche, l’aerogel è capace di assorbire rapidamente la CO2 presente in ambiente, con una capacità paragonabile ai materiali utilizzati nelle maschere antigas, costando però molto meno ed essendo anche meno ingombranti. Il team di ricerca ha inserito un sottile strato di aerogel in una maschera, creando un prototipo in grado di assorbire efficacemente sia le polveri sottili che l’anidride carbonica. Un impiego potenzialmente molto utile in contesti ricchi di smog.

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 30837 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 10699 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 24352 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 30495 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2392 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 509 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 30413
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY