Wise Society : L’energia eolica si produrrà coi droni
ARTICOLI Vedi tutti >>

L’energia eolica si produrrà coi droni

La startup svizzera Skypull lavora al progetto di un velivolo capace di utilizzare il vento a quote più alte delle pale eoliche

Rosa Oliveri
9 gennaio 2020

Produrre energia eolica senza l’installazione di pale e con un costo per MWh che va dal 2 al 5% rispetto a un sistema di pari potenza con una turbina eolica. È l’idea di un gruppo di startupper svizzeri capitanati da Aldo Cattano, Nicola Mona e Marcello Corongiu che l’hanno battezzata Skypull. «Skypull mira a realizzare un sistema efficiente, affidabile, resiliente e scalabile, in grado di sfruttare i venti tra i 200 e gli 800 m dal suolo e di produrre elettricità a basso costo da venti più energici in quasi tutti i luoghi del globo», spiegano i tre che dopo la fase di progettazione partita nel 2013 stanno cercando di “tradurre” l’idea, sviluppata in collaborazione con il Politecnico di Milano, in realtà tecnologica.

COS’È SKYPULL? – «Si tratta di un sistema di generazione di energia che utilizza il principio di volo del kite e lo combina a un sistema di generazione di energia», spiega Alex D’Agosta, responsabile della comunicazione di Skypull. Di fatto la produzione di energia pulita sarebbe affidata a «un velivolo ad ala rigida dotato della tecnologia da drone e quindi autonomo, a decollo e atterraggio verticale anche senza vento, che può volare a tempo indeterminato e, quindi, è più controllabile e sicuro. Il drone dalla geometria molto particolare è collegato a un sistema terrestre di generazione con un verricello dal quale viene srotolato un cavo super leggero e resistente», continua D’Agosta. Il principo, di fatto, somiglia a quello con cui si fa volare un aquilone. «Il drone genera trazione sul cavo e srotola il verricello. La rotazione della bobina del generatore crea corrente elettrica. Quando il cavo completa il suo srotolamento, inizia una discesa molto veloce verso una quota minima preimpostata da cui riparte il ciclo e tutto riparte a una velocità proporzionale al vento».

energia eolica, skypull, droni, vento

La start up svizzera Skypull si propone di produrre energia eolica senza l’installazione di pale e con un costo per MWh che va dal 2 al 5% rispetto a un sistema di pari potenza con una turbina eolica, foto tratta da;www.skypull.technology/

 

LE SFIDE – Sono state diverse le questioni affrontate dagli startupper di Skypull nella progettazione del sistema, prima fra tutte la sicurezza perché il “drone” è ingombrante e fissato a terra dal verricello che, secondo alcuni, potrebbe rappresentare un ostacolo anche per il volo degli uccelli. Tutte problematiche rimandate al mittente da Skypull che è socia della Drone Industry Association of Switzerland e dell’Airborne Wind Europe. «La sfida più grande, in realtà, riguarda lo sviluppo di una regolamentazione che autorizzi l’operatività di questo strano drone-aquilone che è si stima volerà più di un aeroplano», ammette. Ci sono, poi, ancora alcune sfide tecnologiche cui gli sviluppatori di Skypull sono al lavoro: l’usura dei materiale, la manutenzione, la resistenza ai carichi statici e dinamici, il controllo autonomo via software. «La nostra sfida – sottolinea ancora D’Agosta – è creare energia nella maggior parti delle condizioni meteorologiche e anche per il maggior numero di ore al giorno».

L’ORIZZONTE TEMPORALE – Le tempistiche per lo sviluppo definitivo del sistema Skypull non sono immediate. Per la realizzazione del progetto occorrerà ancora qualche anno e altri finanziamenti. Nel frattempo continua l’attività di comunicazione di Skypull che dal 15 al 16 ottobre 2019 ha partecipato all’ottava edizione dell’International Airborne Wind Energy all’Università di Strathclyde, a Glasgow con la presentazione della ricerca “Controllo del decollo verticale, operazioni di pompaggio e atterraggio verticale di droni ibridi per sistemi di energia eolica nell’aria” di Davide Todeschini, Lorenzo Fagiano, Claudio Micheli e Aldo Cattano per illustrare alcune specifiche caratteristiche innovative della tecnologia Skypull.

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 32760 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 32759 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 32758 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 32779 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 28679 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 30562 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1855 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 32757 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2761 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7969
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY