Wise Society : Agricoltura sintropica, la coltivazione secondo natura
ARTICOLI Vedi tutti >>

Agricoltura sintropica, la coltivazione secondo natura

La tecnica di gestione agroforestale ideata circa 40 anni fa in Brasile dal ricercatore svizzero Ernst Götsch, lavora in totale sintonia con la natura basandosi sul principio della successione ecologica delle specie.

Maria Enza Giannetto
11 gennaio 2019

Utilizzare la successione naturale delle specie nel tempo e nello spazio come motore propulsivo per un’agricoltura naturale e sostenibile. È questo il concetto fondamentale alla base dell’Agricoltura Sintropica, tecnica di gestione agroforestale che si traduce in un ecosistema produttivo composto da alberi, arbusti e colture annuali capace di rigenerare la fertilità del suolo e, allo stesso tempo, di contribuire al mitigamento degli effetti del cambiamento climatico. Ideato circa 40 anni fa in Brasile dal ricercatore svizzero Ernst Götsch, l’approccio dell’agricoltura sintropica, lavora in totale sintonia con la natura e con le sue risorse e si basa sul principio della successione ecologica delle specie applicato a sistemi agroforestali di tipo intensivo e dal grande potenziale produttivo, sia in termini di quantità (fino a 70 tonnellate per ettaro all’anno) sia di varietà. Oltre alla produttività, il sistema è in grado di ridurre drasticamente gli spazi utilizzati, di invertire il processo di degradazione dei suoli e delle risorse idriche e ottimizzare la produttività, sia nel tempo sia nello spazio.

agricoltura sintropica, ernst gotsch, natura

Dicesi Agricoltura Sintropica quella tecnica di gestione agroforestale che si traduce in un ecosistema produttivo composto da alberi, arbusti e colture annuali capace di rigenerare la fertilità del suolo e, allo stesso tempo, di contribuire al mitigamento degli effetti del cambiamento climatico, Foto: @lifeinsyntropy_Facebook-1web

Evoluzione dell’agroforestry, riconosciuta dall’approccio della “Climate Smart Agricolture- CSA”, l’Agricoltura Sintropica, in Brasile e in altre parti del mondo, sta già rivoluzionando i principi alla base della coltivazione. Come spiegano i fautori, la corretta applicazione di sistemi agroforestali, che prevede anche l’abbandono di prodotti agrochimici e dei biopesticidi, se realizzato correttamente, dopo 2 o 3 anni dall’impianto, riesce a produrre piante alimentari (frutta, verdura, cereali e tuberi) nonché alberi da legname, preservando le risorse naturali e addirittura contribuendo al recupero di terreni degradati con il progressivo ripristino della biodiversità e persino la rinascita delle fonti idriche.

Alla divulgazione dell’approccio sintropico contribuisce, dal 2005 (anno dell’incontro tra i due) la collaborazione tra lo studioso Götsch e il giornalista brasiliano Felipe Pasini dalla quale è nato, nel 2011 il sito agendagotsch.com e più recentemente lifeinsyntropy.org, una piattaforma online in cui si discute delle relazioni tra esseri umani, natura e tecnologia e che diffonde buone pratiche agricole.

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 327 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 13270 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 31061 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 31077 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 31065 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 9482 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 31067 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 31062 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 31066 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 31064 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 31063
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY