Giulio Iacchetti: la magia degli oggetti

gisella bianchi
8 ottobre 2010

Al Museo del Design della Triennale di Milano, Iacchetti prende spunto dalla mostra curata da Alessandro Mendini Quali cose siamo, per riflettere su quali siano oggi i valori di un oggetto di design. Certo deve essere funzionale, ma è importante saperne valutare l’aspetto impalpabile. Ovvero il suo contenuto poetico, spirituale e immateriale; il suo posto nella vita e nella storia delle persone. Il progettista non dovrebbe mai dimenticare questo aspetto magico degli oggetti

Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 34 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1221 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 79 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1890 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1885
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY