Wise Society : Fashion renting: il noleggio dei vestiti che combatte la fast fashion
ARTICOLI Vedi tutti >>

Fashion renting: il noleggio dei vestiti che combatte la fast fashion

Il noleggio degli abiti è un sistema che arriva dall'America e comincia a spopolare in tutta Europa. Grazie ad alcune piattaforme specializzate, si risparmia e si fa bene al Pianeta, limitando l'uso delle materie prime e il ricorso alla fast fashion

Rosa Oliveri
9 Agosto 2021

Si chiama fashion renting ed è la nuova frontiera della moda. Il noleggio di abiti arriva dall’America e comincia ad attecchire ovunque, grazie a una crescente consapevolezza di come possa essere un antidoto contro la fast fashion e di come sia di certo una scelta di tendenza nel segno dell’ecofriendly.  Ma come funziona esattamente il fashion renting?

Donna con abito da fashion renting

Foto di Tengyart / Unsplash

Cos’è il fashion renting?

Nato in America e poi passato alla Cina e all’Inghilterra, il fashion renting è un vero e proprio noleggio di vestiti, borse e accessori, in genere di altissima qualità e costosi. Ed è un sistema così promettente che, secondo la Allied Market Research, entro il 2023 avrà un business di ben oltre 1,9 miliardi di dollari. Un sistema di riuso di abiti che, nell’ottica di un sistema di moda circolare  si muove verso una gestione virtuosa del settore abbigliamento e moda.

Come funziona il fashion renting

Il noleggio di abiti, però, non è un’operazione che si può improvvisare. Bisogna infatti capire perfettamente qual è il funzionamento del fashion renting. Il soggetto del renting conserva il possesso del capo o dell’accessorio e lo mette a disposizione dei potenziali “indossatori” e clienti attraverso il noleggio, appunto. Alla sua restituzione è sempre compito dell’azienda pensare alla manutenzione e alla conservazione del prodotto, ovviamente anche della sua sanificazione sempre più importante in tempo di Covid. Generalmente, il noleggio dura dai quattro agli otto giorni, ma può arrivare anche a un mese.

In genere nel prezzo è compreso il servizio di tintoria, sanificazione e sartoria e spesso una piccola quota assicurazione contro piccoli danni o macchie. Quando viene restituito, il capo, infatti, viene sanificato e solo dopo questa operazione importantissima torna disponibile per nuovi consumatori. In questo modo il ciclo di vita del prodotto diventa continuo.

Il noleggio avviene principalmente attraverso delle piattaforme online, che consentono di prenotare i prodotti e ritirarli in sede o riceverli comodamente a casa propria. Le piattaforme utilizzano spesso un servizio peer-to-peer con un istituto di credito privato ​​e affittuari che gestiscono l’intero processo da soli.  I brand, invece, spesso utilizzano la modalità in abbonamento: i clienti pagano un importo fisso al mese, e possono noleggiare un numero fisso di capi. Insomma, un sistema di economia circolare nell’ambito del tessile che di certo aiuta l’ambiente.

Ecco in breve come funziona il servizio

  1. Si sceglie il capo e la taglia
  2. Si seleziona la durata del noleggio
  3. Si paga
  4. Si riceve il prodotto a casa
  5. E si rispedisce tramite corriere nel giorno previsto
Ragazza con abito

Foto di Flaunter / Unsplash

Quali sono i vantaggi del fashion renting

Il sistema consente di evitare consumi e di ridurre l’inquinamento ambientale connesso al settore tessile, tra i più dannosi per il pianeta. Questo permette anche di puntare notevolmente verso una maggiore qualità dei capi di abbigliamento limitando gli sprechi superflui e ridimensionando il ricorso alle risorse naturali.  I vantaggi, inoltre, si rispecchiano in maniera diretta sul consumatore che può permettersi prodotti di alta moda.

Le principali piattaforme di fashion renting in Italia

Ragazza che posa per una foto

Foto di Sergij Shukal / Unsplash

In italia esistono davvero molte piattaforme che permettono di noleggiare vestiti e abiti per occasioni speciali e non. Qui sotto abbiamo selezionato i principali servizi di fashion renting nel nostro paese.

DressYouCan

DressYouCan è una realtà italiana che offre un servizio di noleggio di abiti di alta moda, accessori e scarpe per le grandi occasioni. Sul sito è possibile scegliere singolarmente i prodotti da noleggiare, che possono essere trattenuti per 4 giorni. Sanificazione, copertura assicurativa, spedizioni, orli e tintoria sono inclusi nel costo del renting, mentre è possibile prenotare una prova pre-noleggio per 20 euro.

Drexcode

Drexcode è la piattaforma italiana specializzata nel fashion renting di abiti da cerimonia. Il prezzo varia a seconda del look prescelto, ed è possibile provare i vestiti senza costi aggiuntivi. I consigli degli stylist sono inclusi e il capo può essere acquistato a un prezzo d’occasione dopo l’affitto. I pezzi disponibili?

Pleasedontbuy

Il servizio Pleasedontbuy del brand italiano Twinset è specializzato in abiti da cerimonia. Sul sito è possibile visionare gli abiti a noleggio, nuovi e firmati dal marchio, per poi prenotare un appuntamento in boutique dove provarli e noleggiarli per 4 giorni. La riconsegna, al momento, è prevista sempre in negozio.

Rent Fashion Bag

 Sul sito Rent Fashion Bag si possono noleggiare borse dei più grandi designer. I prezzi variano a seconda del pezzo, ed è possibile abbonarsi per avere uno sconto sull’affitto (per una Birkin di Hermès, a partire da 250 euro a settimana).

Fashion renting nel mondo

Vestiti Vintage

Foto di Becca McHaffie / Unsplash

Servirebbe tantissimo tempo per elencare tutti i servizi di fashion renting nel mondo. Ci siamo limitati a fornirvi qualche esempio classico o particolare.

By Rotation

By Rotation è la piattaforma e app di fashion renting peer-to-peer britannica che permette a chiunque di aprire un profilo e affittare vestiti e accessori alle proprie condizioni (By Rotation trattiene il 15%).

Rotaro

Rotaro offre a noleggio abiti che possono essere affittati a partire da 15 sterline per 4 giorni, a seconda delle esigenze. Sono oltre 200 i pezzi disponibili sul sito, con un’area dedicata esclusivamente alle borse cult.

Onloan

Onloan è la piattaforma di abiti a noleggio indipendente inglese. Con una sottoscrizione in abbonamento di 69 o 99 sterline al mese, gli utenti possono noleggiare 2 o 4 capi per volta. Sanificazione, resi, spedizioni sono sempre incluse.

Endless Wardrobe

Endless Wardrobe è la piattaforma online che offre un servizio di fashion renting privato che permette di noleggiare per 4, 10 o 16 giorni. Una volta “affittati” è possibile anche acquistarli a un prezzo scontato dell’80%.

Arket (H&M)

Arket, brand del gruppo H&M ha un servizio di noleggio di abiti e vestiti a noleggio per bambini previo il pagamento di un canone mensile. I prodotti troppo usurati per essere riutilizzati vengono riciclati per crearne di nuovi.

Nuuly (Urban Outfitters)

Dal 2019, il gruppo Urban Outfitters ha presentato Nuuly, una piattaforma di noleggio abiti che include tutti i propri brand e 100 marchi partner. Per 88 dollari al mese è possibile noleggiare 6 capi per volta firmati, tra gli altri, Free People, Anthropologie e persino pezzi vintage, selezionabili online.

Rosa Oliveri

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2416 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2699
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY