Il futuro del pianeta dipende anche dalle scelte che vengono fatte a tavola e dalla capacità di rendere più sostenibile il sistema alimentare nel complesso. Alla 10° edizione del “Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale”, a … »" /> Lavazza miscela etica: responsabilità lungo la filiera del caffè
Wise Society : Lavazza miscela etica, responsabilità e impegno con la lunga filiera del caffè
Video

Lavazza miscela etica, responsabilità e impegno con la lunga filiera del caffè

di Paola Greco
17 Ottobre 2022

Il futuro del pianeta dipende anche dalle scelte che vengono fatte a tavola e dalla capacità di rendere più sostenibile il sistema alimentare nel complesso. Alla 10° edizione del “Salone della CSR e dell’Innovazione Sociale”, a Milano, abbiamo incontrato Veronica Rossi, Sustainability Manager di Lavazza, che ci ha raccontato come l’azienda coinvolge le comunità in cui opera per creare un impatto positivo a livello sociale, economico e ambientale e quali sono i principi di sostenibilità che Lavazza integra nei vari processi per ridurre il loro impatto sull’ambiente.

Lavazza: una storia etica lunga 127 anni

La storia di Lavazza è la storia di una famiglia che 127 anni fa già pensava in un’ottica di sostenibilità ante litteram, quando ancora non solo non se ne parlava, ma non c’erano nemmeno i presupposti per pensare che un giorno se ne sarebbe discusso così tanto: “in un mondo che distrugge i beni della natura io non ci sto” pare disse il fondatore Luigi Lavazza durante un viaggio in Brasile nel 1935 vedendo bruciare interi raccolti di caffè invenduto. E da allora Lavazza ha accompagnato i momenti di pausa di intere generazioni di persone di mezzo mondo, ma senza mai dimenticare che il business di un’azienda deve essere necessariamente “miscelato” con un sistema valoriale e con un grande impegno etico.

Raccoglitori di caffè

Foto: Lavazza

“Blend for Better”: un impegno concreto per l’Agenda 2030

Un impegno che negli ultimi 20 anni ha subìto una forte accelerazione, dapprima con l’istituzione della Fondazione Lavazza, nel 2004 – che oggi supporta 32 progetti in 20 Paesi, a beneficio di oltre 136.000 coltivatori di caffè – e poi con l’avvio di un percorso di integrazione della sostenibilità nel business dell’Azienda. Un impegno che prende il nome di “Blend for Better”, definendo un approccio che dalle origini valoriali più profonde si declina nelle attuali strategie: non solo produrre caffè di eccellente qualità, ma anche farlo in modo responsabile, integrando principi di sostenibilità in tutti i processi. “Blend for Better” abbraccia la responsabilità che l’Azienda e i suoi brand si sono assunti nei confronti della sostenibilità e si concretizza nell’impegno preso verso i 17 obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, in particolare verso quelli riguardanti: il raggiungimento dell’uguaglianza di genere; la promozione del lavoro dignitoso per tutti ed una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile; la garanzia di modelli di consumo e produzione responsabili; l’adozione di misure urgenti per combattere i cambiamenti climatici e le loro conseguenze.

Intervista: Paola Greco
Riprese: Fabio Restelli

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo: