Wise Society : Vacanze low cost? Scambiamoci la casa!
ARTICOLI Vedi tutti >>

Vacanze low cost? Scambiamoci la casa!

Ecco un bel modo per visitare ogni angolo del pianeta senza costi per l'alloggio. Per una vacanza all'insegna del risparmio, della cultura e dell'ecosostenibilità

Francesca Tozzi
22 giugno 2012

Ricordate il film l’amore non va in vacanza? Un’americana e un’iglese decidono di evadere dal loro quotidiano insoddisfacente scambiandosi la casa invece di affittarne una per le vacanze. Ora, se incontrare Jude Law o Cameron Diaz è cosa che accade solo nei film, lo scambio casa si può fare eccome.

 

 È un modo per trascorrere le vacanze in modo diverso, vivendo la località come uno del posto e soprattutto senza costi, a parte quello dell’iscrizione al servizio.

 

Uno degli operatori dello scambio è il sito www.scambiocasa.com. È molto semplice: ci si iscrive pagando 36 euro per 3 mesi di iscrizione o 95 euro per l’iscrizione annuale, si inseriscono i propri dati poi si decide quale posto si vuole visitare e si controllano le offerte sulle schede che sono più di 42.000 in 150 paesi, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

 

Dopo aver individuato un’inserzione interessante, basta inviare un’email dal sito e aspettare una proposta. Ci sono due tipi di scambio: lo scambio di casa e lo scambio di ospitalità. Nel secondo caso ci si ospita a vicenda in periodi diversi: il tuo partner per lo scambio starà con te nella tua casa e poi tu starai con lui nella sua come ospite, una formula interessante per i single che vogliono allacciare amicizie internazionali.

 

I vantaggi di questo modo di fare le vacanza sono diversi: si sta a casa di altri come se fosse la propria cucinando (risparmiando quindi i costi del ristorante) e familiarizzando con la gente del posto. Nel frattempo qualcuno si prenderà cura delle nostre piante e dei nostri animali.

 

Lo scambio di casa è inoltre un modo ecologico di viaggiare all’insegna della sostenibilità, in quanto non prevede la costruzione di alberghi e residence ma incentiva lo sfruttamento delle case preesistenti. I più dinamici magari preferiranno scambiarsi la macchina, il camper o la barca per una vacanza all’aria aperta.

Casa sulla costa. Foto di Sven Lindner/flickr

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 13949 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8851 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 753 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 747 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 808 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 13948 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 872
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY