Wise Society : Stress e benessere psicologico: come e quanto l’arte può migliorare la nostra salute?
ARTICOLI Vedi tutti >>

Stress e benessere psicologico: come e quanto l’arte può migliorare la nostra salute?

Le ultime novità della ricerca scientifica in questo ambito vengono presentate oggi da Guna al Teatro alla Scala di Milano. Perché l'arte, non solo praticata, ma anche fruita, può fornire enormi benefici a mente e corpo

Vincenzo Petraglia
14 Ottobre 2021

L’uso dell’arte come “terapia” è un qualcosa che la scienza ha già da tempo dimostrato. Ma l’arte, non solo praticata, ma anche solo fruita, per esempio attraverso la visita di una mostra o l’assistere a uno spettacolo teatrale, può fornire enormi benefici a mente e corpo, riducendo per esempio significativamente il nostro stato di stress, inducendo stati d’animo che favoriscono un approccio sereno e sicuro alle sfide di ogni giorno, aiutando a combattere la depressione, normalizzando il battito cardiaco, la pressione e i livelli di cortisolo e stimolando la produzione di “ormoni del benessere”.

Le ultime novità della ricerca scientifica in questo ambito vengono presentati oggi da Guna al Teatro alla Scala di Milano. Perché l’arte, non solo praticata, ma anche solo fruita, può dare enormi benefici a mente e corpo.

logo benessere in scena

Il progetto, giunto alla quarta edizione, approfondisce la relazione fra arte e benessere tramite un ciclo di incontri con artisti, medici, divulgatori, specialisti e ricercatori.

Guna e il Teatro alla Scala insieme con “Benessere in scena”

È in questo contesto che si inserisce l’iniziativa “Benessere in scena” promossa da Guna, azienda leader in Italia nella produzione di farmaci di origine biologico naturale, in collaborazione con il Teatro alla Scala. Un progetto giunto alla sua quarta edizione che approfondisce la relazione fra arte e benessere, un binomio strettamente collegato e in grado di influire profondamente sulla vita dell’individuo, tramite un ciclo di incontri con artisti, medici, divulgatori, specialisti e ricercatori.

Oggi 14 ottobre, alle 18.30 al Teatro alla Scala, si parla di stress e disagio psicologico, una problematica molto sentita durante la pandemia, con un particolare riferimento anche al tema dell’aggressività e dell’educazione alla non violenza, problematica a cui Guna è da sempre molto sensibile.

Autorevoli il nomi coinvolti nel talk, aperto in presenza alla Scala a un pubblico selezionato presso il Ridotto dei Palchi e disponibile per tutti in diretta streaming su teatroallascala.org, sulla pagina Facebook e sul canale YouTube del teatro: Alessandro Pizzoccaro, presidente Guna, Antonella Albano, prima ballerina del Teatro alla Scala, Alessandro Calderoni, psicologo e psicoterapeuta, responsabile del progetto di Pronto Soccorso Psicologico “Relief”, Leonello Milani, specialista in Neurologia, direttore scientifico de La Medicina Biologica e di Physiological Regulating Medicine, e la giornalista e critica di danza Francesca Pedroni, nel ruolo di moderatrice dell’incontro.

interno teatro alla scala

Il talk di “Benessere in scena” del 14 ottobre precede lo spettacolo scaligero di danza “Madina”.

La tavola rotonda, proprio a suggellare l’imprescindibile rapporto fra arte e benessere psicofisico, precede lo spettacolo di danza Madina, presentato alla Scala in prima mondiale, con l’étoile Roberto Bolle e la prima ballerina del teatro scaligero Antonella Albano, con coreografie di Mauro Bigonzetti e composizione di Fabio Vacchi su libretto di Emmanuelle de Villepin, tratto dal suo romanzo La ragazza che non voleva morire. 

Un progetto di danza, quello scaligero, molto innovativo e attuale soprattutto per le tematiche che va a toccare: la storia della protagonista racconta del coraggio di contrastare, con un atto individuale, un processo collettivo di violenza e di soprusi. Kamikaze non per scelta ma per obbligo, Madina decide, infatti, di non farsi esplodere e diventa un simbolo d’ispirazione per una nuova cultura dell’incontro, anche sul piano artistico, della pace e del rispetto per ogni essere umano.

Vincenzo Petraglia

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1601 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 71184 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 848 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 519 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 447
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY