Wise Society : Fuorisalone 2019: progetti, eventi e installazioni ecosostenibili
ARTICOLI Vedi tutti >>
SPECIALE MILANO DESIGN WEEK 2019

Fuorisalone 2019: progetti, eventi e installazioni ecosostenibili

Alla Milano Design Week l'ecosostenibilità incontra il design: una selezione di eventi e installazioni green e wise da non perdere al Fuorisalone.

5 aprile 2019

Alla Milano Design Week l’ecosostenibilità incontra il design: ecco una selezione di eventi e installazioni dall’anima green e wise da non perdere al prossimo Fuorisalone di Milano, dal 9 al 14 aprile 2019.

Nature Design Suite
Nature è un modulo di architettura circolare eco-friendly, un nuovo concetto di spazi di vita e di lavoro Plastic Free, dove architettura, design e tecnologia si incontrano in uno spazio ibrido sostenibile in cui la natura diventa design attraverso l’utilizzo di materiali sostenibili quali l’alluminio e il recupero della filiera legno in partnership con Ersaf ed FSC Italia, con arredi creati su misura dalle foreste danneggiate dagli eventi climatici estremi recenti, inseriti in atmosfere e fragranze biofiliche.

Progetto di: Massimiliano Mandarini in collaborazione con Hydro Building Systems
Dove: Materials Village, Via Tortona 27
Quando: Opening Cocktail con chef Mirko Ronzoni 9 aprile h. 18.30 / Exhibition 9-14 aprile
www.marchingenio.eu 

Nature Design Suite

Nature Design Suite

YogaOutdoor
YogaFestival, il più importante e autorevole network sullo Yoga in Italia, da sempre promotore di eventi divulgativi sui benefici dello Yoga e delle discipline olistiche, propoone un calendario di attività e incontri gratuiti legati allo yoga e al benessere naturale all’interno del progetto IN_OUT WellBeing Design, creato dallo Studio Fabio Rotella con Promoest.

Progetto di YogaFestival
Dove: Piazza Tre Torri – CityLife
Quando 9-14 aprile
www.yogafestival.it

YogaOutdoor

YogaOutdoor

Design NO BRAND
Architetti, artigiani, artisti, designer indipendenti e makers propongono idee, progetti e prodotti innovativi, legati anche alla sostenibilità, sia per le materie prime utilizzate che per le applicazioni di uso. Prodotti di alta manifattura che rispondono all’esigenza di un design per tutti, senza barriera alcuna, valorizzano l’integrazione sociale producendo allo stesso tempo coscienza ecologica e che rispettino i temi presenti nell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.

Progetto di: Milano Makers, Giacimenti Urbani, Mediterranea e T12-lab
Dove: Fabbrica del Vapore – Padiglione Messina 2, Via Procaccini 4
Quando: 9-14 aprile
www.designnobrand.com

Design NO BRAND

Design NO BRAND

Trash2treasure
Nell’ambito del The up-cycling lab nel Lambrate Design District verrà lanciata TRASH2TREASURE, la nuova piattaforma di upcycling online che offre alle menti creative, ai designer, alle ditte e ai fornitori, l’ambiente ideale per condividere, realizzare sfide di design e creare oggetti di design sostenibili, partendo da materiali qualitativamente pregiati che normalmente vengono trattati come rifiuti.

Progetto di: Trash2treasure e The Up-Cycling Lab
Dove: via Conte Rosso 35
Quando: 9-14 aprile
www.trash2treasure.eu

Trash2treasure

Trash2treasure

Regeneration
Un’installazione outdoor realizzata con il divisorio modulare per il giardino Komodo EcoWall, il primo prodotto Nardi realizzato con plastica rigenerata. Il progetto vuole essere uno spazio rigenerante per l’uomo, un involucro architettonico formalmente tortile e dinamico, una stanza a cielo aperto, accessibile da due lati, formata dalla sovrapposizione e rotazione di dieci anelli quadrati. Distensione in mezzo alla natura, rigenerazione della materia e rigenerazione umana.

Progetto di: Nardi spa e Raffaello Galiotto
Dove: Università degli Studi di Milano, via Festa del Perdono 7
Quando 8-19 aprile
www.nardioutdoor.com

Nardi Regeneration

Nardi Regeneration

Help the Planet, Help the Humans
Sul prato del Cortile d’Onore, la Terra mostra una ferita sanguinante di magma incandescente: la lapidaria scritta HELP. Con circa due tonnellate di tappi di plastica contenuti in sacchi di reti rosse per alimenti e all’interno di gabbioni PoliMac di Officine Maccaferri, l’artista Maria Cristina Finucci disegna quattro gigantesche lettere che compongono la parola HELP, come fosse un grido dell’umanità al fine di frenare il disastro ambientale dell’inquinamento dei mari, attualmente in corso.

Progetto di: Maria Cristina Finucci, in collaborazione con Alessia Crivelli, Officine Meccaferri e AristonThermo Group per la One Ocean Foundation. A cura di Interni Human Spaces.
Dove: Università degli Studi di Milano, via Festa del Perdono 7
Quando: Inaugurazione 8 aprile, ore 22.30 / Exhibition 8-19 aprile
www.garbagepatchstate.org

Help the Planet, Help the Humans

Help the Planet, Help the Humans

Multiply
Interamente realizzato in tulipier americano, MultiPly è un’installazione a impatto ambientale zero alta 10 metri che affronta due delle più grandi sfide delle città del futuro: il bisogno di alloggi e l’urgenza di combattere il cambiamento climatico. I 40m3 di tulipier utilizzati immagazzinano l’equivalente di 28 tonnellate di anidride carbonica e vengono sostituiti in cinque minuti attraverso una crescita naturale nell’intera foresta americana.

Progetto di: Waugh Thistelton Architects, American Hardwood Export Council, ARUP e SEAM. A cura di Interni Human Spaces.
Dove: Università degli Studi di Milano, via Festa del Perdono 7
Quando: 9-19 aprile

Multiply

Multiply

La foresta dei violini
Realizzata in legno grezzo, impiegando due enormi abeti rossi sradicati dal vento comprensivi delle radici, La foresta dei violini rappresenta un luogo di memorie attive, dal forte valore simbolico, testimonianza della natura violata e allo stesso tempo della forza distruttiva della natura, dove l’architettura è appoggio e sostegno. L’opera è un omaggio evocativo alla secolare Foresta di Paneveggio (nota come la foresta di Stradivari), distrutta dall’eccezionale ondata di maltempo che ha colpito il nord-est d’Italia a novembre 2018.

Progetto di: Piuarch Studio, concept di Nemo Monti, promosso da CityLife per Interni Human Spaces
Dove: Università degli Studi di Milano, via Festa del Perdono 7
Quando: 8-14 aprile

La foresta dei violini

La foresta dei violini

MateriAttiva
Attraverso l’utilizzo dell’archetipo universale della grotta, simbolo di purezza primordiale, dell’acqua, fonte di vita ed energia e del suono, MateriAttiva offrirà al pubblico una suggestiva esperienza multi-sensoriale all’interno di uno spazio che evoca un nuovo patto tra uomo e natura; un percorso alla scoperta delle nuove frontiere della ceramica, concepita non solo come sostanza inerte per il rivestimento di uno spazio, ma come elemento architettonico attivo, in grado di migliorare la qualità ambientale dello spazio in cui è utilizzata.

Progetto di: Iris Ceramica Group in collaborazione con SOS – School of Sustainability e Mario Cucinella Architects.
Dove: Iris Ceramica Group, via Eugenio Balzan ang. via San Marco
Quando: 8-14 aprile
www.irisceramicagroup.com

Materiattiva

Materiattiva

The Circular Garden
Un’installazione che sperimenta l’uso di un materiale da costruzione inaspettato: i funghi, la cui radice fibrosa – il micelio – sarà impiegata per creare una serie di strutture architettoniche giganti, disposte attraverso il giardino. Il progetto si ispira al simbolismo dei giardini recintati del Medioevo, provando a creare un’architettura naturale, che parta dal giardino e infine ci possa ritornare, in modo del tutto sostenibile. Alla fine dell’installazione, le strutture esposte all’Orto Botanico saranno smantellate e restituite alla terra, dando inizio a un nuovo ciclo virtuoso di crescita.

Progetto di: Carlo Ratti Associati, in collaborazione con Eni e Interni Human Spaces.
Dove: Orto Botanico di Brera
Quando: 8-14 aprile dalle 10 alle 22

The Circular Garden

The Circular Garden

DDN Phutura
Un’esposizione dedicata alle soluzioni per l’abitare e il vivere contemporaneo che si snoderà per circa 6.000 mq, tra installazioni spettacolari ed immersive, in grado di raccontare la relazione tra l’essere umano e l’ambiente, utilizzando al meglio la tecnologia.
La porta di ingresso di DDN Phutura è rappresentata dalle due serre ‘Fenice’, realizzate da Privitera, dove sono previsti incontri sui temi dell’eco-sostenibilità e del nuovo umanesimo. Al tramonto saranno animate da giochi di luci e performance artistiche. Il percorso prosegue con Metamorphosis’s Experience: un’installazione multisensoriale ideata sul modello virtuoso dell’economia circolare, realizzato da Saviola Holding in collaborazione con lo Studio Garbugli Design. L’esposizione esplora i trend del vivere ecosostenibile come il Glamping: un campeggio che offre tutte le comodità di un hotel, dove la natura incontra il lusso ecosostenibile, raccontato da due soluzioni abitative, realizzate ad hoc da CrippaConcept, Queenslander, firmata da Luca Colombo, e A-Luxury Lodge, progettata da Roberto Perego.

Progetto a cura di: Design Diffusion
Dove: Via Beltrami / Piazza Castello / Piazza Cairoli
Quando: 9-14 aprile, dalle 10.00 alle 22.00
www.designdiffusion.com/phutura

Queenslander

Queenslander

ROBOTL: il supereroe della sostenibilità
Una maestosa installazione alta 6 metri volta a mostrare come scelte sbagliate e la poca cura di gesti e comportamenti quotidiani, porti a “creare” mostruosità che stanno inquinando l’ecosistema. L’opera è realizzata a seguito di un’attenta e meticolosa ricerca di pezzi, scarti di produzione provenienti dall’industria del design, con l’intento di trasformare elementi inquinanti in qualcosa di positivo. RoBOTL prende ispirazione da Rebotl, la nuova collezione footwear di Timberland fatte con un filato leggero e traspirante realizzato con l’equivalente di 6/8 bottiglie di plastica.
Progetto di: Timberland e Studio di Giò Forma in collaborazione con 24bottles
Dove: Piazza XXV Aprile
Quando: 9-14 aprile
www.timberland.it

Milano Design Week Fuorisalone ecodesign architettura ecosostenibile abitare ecosostenibile

RoBOTL

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Una risposta a Fuorisalone 2019: progetti, eventi e installazioni ecosostenibili

  1. mi dispiace che non abbiate segnalato Biosphera Office… l’installazione resterà in piazza Beccaria fino al 18 aprile.
    Biosphera Project è un progetto di ricerca applicata che ha l’obiettivo di testare in modo scientifico come le persone reagiscono negli ambienti confinati e come il progetto biofilico e la bioedilizia possano avere proprietà rigenerative sugli abitanti.
    https://wow-webmagazine.com/it/biosphera-office-convegno-su-office-restorative-design

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 22200 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 25652 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 11846 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2731 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 16376
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY