Wise Society : Come scegliere il tv più efficiente risparmiando energia
ARTICOLI Vedi tutti >>

Come scegliere il tv più efficiente risparmiando energia

Il mercato dei tv al plasma non conosce crisi ed è stato rilanciato dalle Olimpiadi di Londra. Dal Wwf una guida al televisore energeticamente efficiente

Francesca Tozzi
30 luglio 2012

Foto di jsmjr/flickrLe Olimpiadi di Londra, grazie a una notevole copertura mediatica, terranno incollati allo schermo fino al 12 agosto un pubblico potenziale di oltre 4 miliardi di persone, circa il 60% della popolazione globale. Schermi, maxischermi e tablet mostreranno nel dettaglio per 17 giorni le performance degli atleti grazie a display e maxischermi sempre più grandi e tecnologicamente avanzati.

Per chi si appresta ad acquistare un nuovo televisore per seguire al meglio le gesta sportive, il Wwf ha pubblicato una guida al televisore efficiente attraverso il suo sito Top Ten, sito creato nel 2000 per fornire suggerimenti sugli elettrodomestici più ecologici e convenienti. Una guida che sarà utile anche a chi non segue lo sport visto che, nonostante la crisi che morde, in Italia solo il 3,1% degli italiani non possiede un televisore. Anzi, secondo l’Eurispes il 43,9% ne possiede addirittura due o tre (22,8%).

 Innanzitutto bisogna guardare l’Etichetta Energetica, grazie alla quale in due anni i consumi energetici dei modelli più efficienti si sono ridotti di almeno il 50%, e scegliere un modello di classe A+ e A++ che consuma in media almeno il 20% di energia elettrica in meno. Non fissiamoci sul maxi schermo. Meglio orientarsi su un display di medie dimensioni con una buona definizione d’immagine perché il maxi schermo a parità di prestazioni costa di più e consuma di più: un televisore da 32 pollici in classe A+ consuma meno di un 42 pollici in classe A++ e ha comunque delle ottime immagini. Per essere energeticamente efficiente il nostro televisore dovrà possedere: il sistema integrato per il controllo automatico della luminosità per ridurre i consumi di elettricità a seconda dell’illuminazione circostante; uno schermo Lcd, che utilizza sistemi fluorescenti o illuminazione a Led; la retro-illuminazione a Led, che consuma meno energia di quella fluorescente.

Sul sito www.eurotopten.it, che mette a confronto circa 40 modelli delle diverse marche commercializzate in Italia, sono indicate tutte le caratteristiche energetiche e alcuni consigli per abbassare ulteriormente i consumi anche del proprio vecchio Tv. Per esempio: spegnere l’apparecchio senza lasciarlo in stand by e abbassare le luci nella stanza perché usare al minimo l’illuminazione intorno e dietro lo schermo riduce i consumi elettrici e consente di utilizzare al minimo il settaggio luminosità delle immagini.

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1080 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14287 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7348 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 23 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14589 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 572
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY