Claudio Guenzani: basta con la velocità, l’arte ha bisogno di un nuovo sguardo

Sara Donati
9 febbraio 2011

Il gallerista fa il bilancio di oltre vent’anni di attività e racconta come è nata l’idea di aprire il suo spazio milanese.  Svela i progetti futuri, fra i tanti un luogo dove critici e curatori tornino a confrontarsi sull’arte contemporanea. Per comprenderne meglio i cambiamenti. Con un ritmo lento. Liberi dall’ossessione della velocità

CONOSCI IL PERSONAGGIO
Claudio Guenzani
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1598 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1599 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1593 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1592 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1594 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1591 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1595 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1596 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1597
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY