Wise Society : Ristoranti contro la fame, partita la quarta edizione
ARTICOLI Vedi tutti >>

Ristoranti contro la fame, partita la quarta edizione

Fino al 31 dicembre nei locali aderenti all'iniziativa si possono offrire 2 euro di coperto solidale per progetti contro la malnutrizione infantile

Mariella Caruso
16 ottobre 2018
ristoranti contro la fame, azione contro la fame

Per dare un posto in tavola per qualcuno che ne ha bisogno basta prenotare e accomodarsi in uno dei ristoranti aderenti alla campagna “Ristoranti contro la fame” promossa da Azione contro la fame e devolvere 2 euro di coperto solidale,

“Aggiungi un posto a tavola che c’è un amico in più” è la strofa più famosa di uno dei musical italiani più celebri. A partire da lunedì 16 ottobre, in concomitanza con la Giornata Mondiale dell’Alimentazione, e fino al 31 dicembre, in tanti potremo mettere un posto in tavola per qualcuno che ne ha bisogno. Per farlo basterà prenotare e accomodarsi in uno dei ristoranti aderenti alla campagna “Ristoranti contro la fame” promossa dall’organizzazione umanitaria internazionale, Azione contro la fame, per raccogliere fondi per i progetti contro la malnutrizione infantile, e devolvere 2 euro di coperto solidale ricevendo in cambio, a fine pasto, un cioccolatino limited edition messo a disposizione da La Perla di Torino. «C’è qualcosa di più bello di condividere la gioia del cibo anche con chi ne ha più bisogno?», è la domanda poco retorica di Simone Garroni, direttore generale di Azione contro la fame che, anno dopo anno, ha visto crescere le donazioni passate dai 35.000 euro del 2015 ai 100.000 del 2017.

LA QUARTA EDIZIONE – Anche per questa edizione della raccolta fondi, la quarta, ogni ristoratore potrà, inoltre, scegliere un “piatto solidale” (la lista completa dei ristoranti aderenti è sul sito www.ristoranticontrolafame.it) al quale associare una propria donazione ogni qualvolta il cliente lo sceglierà dalla carta. «Il cibo è un diritto di tutti», ha spiegato Licia Casamassima, responsabile High value partnership in Italia dell’organizzazione che spende 8,5 euro su 10 per progetti sul campo. I centomila euro raccolti con la scorsa edizione della campagna, per esempio, sono stati impiegati in un campo profughi del Bangladesh che accoglie più di un milione di persone di etnia Rohingya in fuga dal Myanmar. «All’interno del campo Azione contro la fame gestisce 18 centri nutrizionali per bambini sotto i 5 anni ai quali forniamo pasti terapeutici. Nei centri sono disponibili aree gioco, counseling per le mamme e papà, punti acqua. Abbiamo inoltre distribuito oltre 4500 pasti al giorno a base di lenticchie, verdure e cereali alle famiglie dei bambini assistiti. Bambini che – dice Casamassima – sono più abituati a dire bye bye alla gente che va via, che hello a quella che arriva».

ristoranti contro la fame, azione contro la fame

Insieme a “Ristoranti contro la fame” è stata lanciata anche l’iniziativa social internazionale #Foodis dedicata ai ristoranti che, in tutto il mondo, partecipano all’iniziativa.

 

 

#FOODIS – Insieme a “Ristoranti contro la fame” è stata lanciata anche l’iniziativa social internazionale #Foodis dedicata ai ristoranti che, in tutto il mondo, partecipano all’iniziativa. Dall’Italia al Regno Unito, fino a Spagna, Francia, Canada, Perù, Colombia, Bolivia e Guatemala i ristoranti aderenti sono invitati a condividere i loro pensieri sul concetto di cibo attraverso i social. A dare il via a #Foodis sono stati alcuni degli chef presenti alla conferenza stampa di lancio italiana della campagna italiana di raccolta fondi all’Osteria con Vista della Terrazza Triennale a Milano. Tra questi Stefano Cerveni e Cesare Battisti, che sono anche tra gli Ambasciatori che hanno deciso di sostenere l’iniziativa spendendosi in prima persona per la promozione. A Cerveni e Battisti si aggiungono anche Tommaso Arrigoni, Andrea Berton, Cristina Bowerman, Alessandro Buffolino, Daniel Canzian, Roberto Carcangiu, Lionello Cera, , Giacomo Coppin&Andrei Cobuz, Enrico Crippa, Mario Dalena, Antonio Guida, Aurora Mazzucchelli, Giancarlo Morelli, Simone Padoan, Claudio Sadler, Elio Sironi e Tano Simonato.

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 30704 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 26708 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14604 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 30705 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 30708 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 30706 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 30707 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 26707 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 30727 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 30728
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY