Wise Society : Zurigo: inaugurato il più grande edificio in legno al mondo
ARTICOLI Vedi tutti >>

Zurigo: inaugurato il più grande edificio in legno al mondo

L'edificio interamente costruito in legno secondo criteri eco-compatibili e a basso impatto ambientale, è la nuova sede del gruppo editoriale Tamedia

29 agosto 2013

L'interno della redazione, photo di Reto OescherE’ stato inaugurato un mese fa ed è già passato alla storia come il primo edificio al mondo interamente costruito in legno. Si trova a Zurigo proprio sulla riva del fiume Sihl ed ospita la sede del gruppo editoriale Tamedia, uno dei più importanti della Svizzera, che edita tra l’altro due quotidiani molto diffusi nella Confederazione: 20 Minuten e Tages-Anzeiren.

Sette piani (considerando i mezzanini e il piano mansarde) disegnati dall’architetto giapponese Shigeru Ban –lo stesso che ha progettato il centro Pompidou di Metz e il padiglione del Giappone all’Expo di Hannover– che ospitano 480 tra impiegati e redattori del gruppo. Una struttura completamente ecocompatibile costruita utilizzando circa 2000 metri cubici di legno di abete provenienti dalla regione austriaca della Stiria tagliati in officina e assemblati sul posto. Un edificio dotato di una doppia facciata in vetro che ricopre la struttura in grado di fungere da barriera contro freddo e vento nei periodi invernali ma che può essere aperta per creare una piacevole ventilazione nei periodi caldi. E che funziona senza produrre Co2 né tantomeno utilizzando energia nucleare grazie ad un avveniristico impianto di riscaldamento e raffreddamento che utilizza l’acqua della falda.Un particolare dell'interno, foto di Didier Boy de La Tour

8905 metri quadrati senza un grammo di acciaio e di cemento. Perché, come ha recentemente dichiarato Shigeru Ban all’agenzia swissinfo.ch: «L’uso di colonne strutturali in legno, al posto del cemento, era uno degli obiettivi principali del progetto. Volevo anche realizzare le travi e i tasselli senza ricorrere al metallo. E le travi non potevano che essere in legno, vista la flessibilità che è la caratteristica di questo materiale». Un progetto unico per un ambiente di lavoro ideale. «Il presidente di Tamedia –aggiunge ancora l’architetto del Sol Levante- mi ha chiesto di creare un ambiente di lavoro gradevole. E’ anche per questo che ho scelto il legno. In un edificio come questo ci si sente tranquilli, in pace come in un salotto di casa o in uno chalet di montagna dove ci sono spazi intermedi e luoghi di incontro. E dove si possono aprire le finestre e respirare aria fresca e ascoltare il fiume come fossimo davvero all’esterno».

Una struttura che è allo stesso tempo ignifuga dato che, allo spessore del legno, sono stati calcolati ulteriori 4 centimetri –i primi che si consumano in caso di incendio- ma che allo stesso tempo proteggono la parte interiore.

L'edificio visto dal fiume Sihl, foto di Didier Boy de La Tour

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21237 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21173 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7164 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21239 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21238 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 683 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 15408
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY