Wise Society : Wisesociety.it e la Giornata del Lavoro Agile
ARTICOLI Vedi tutti >>

Wisesociety.it e la Giornata del Lavoro Agile

6 febbraio 2014: anche la nostra testata aderisce all'iniziativa del Comune di Milano che mira a sperimentare nuove modalità di tempo-lavoro nel rispetto dell'ambiente

5 febbraio 2014

sostenibilità sociale sostenibilità ambientale mobilità urbana Giornata del Lavoro Agile gestione responsabile energie pulite consumo consapevole benessere lavorativoLa nostra testata, riconoscendosi nel significato che il Comune di Milano ha voluto dare all’iniziativa, ha deciso fin da subito di aderire alla Giornata del Lavoro Agile in programma il 6 febbraio 2014. Il miglioramento della qualità della vita delle persone in un’ottica di salvaguardia dell’ambiente, infatti, è l’asse principale attorno alla quale ruota la nostra azione quotidiana.

Sin dalla sua fondazione, wisesociety.it raccoglie progetti virtuosi e best practices di aziende ma anche testimonianze di imprenditori, ricercatori, professori, medici impegnati nel promuovere un nuovo modo di vivere e di fare impresa più attento al benessere dell’individuo e all’ambiente. E’ la voce di una saggia community rappresentata da imprese, istituzioni e società civile che vogliono condividere il loro impegno nell’applicazione di principi di sostenibilità economica sociale ed ambientale e la promozione di consumi consapevoli.

Per noi vivere wise significa credere nella mobilità sostenibile, in un’alimentazione equilibrata, nello sviluppo rispettoso dell’ambiente, in una più attenta gestione delle risorse, nella ricerca di energie pulite, in un benessere diffuso con l’obiettivo di costruire un futuro etico e sostenibile soprattutto per le future generazioni.

«Non si può più pensare che modelli lavorativi che hanno funzionato nel passato, possano essere adatti anche nelle sfide future», dichiara Antonella Di Leo, Publisher di wisesociety.it. «Quest’iniziativa del Comune di Milano promuove un modo di lavorare vantaggioso per le aziende ma del quale possono e devono beneficiare anche i lavoratori. Un’azione necessaria che deve essere tenuta in grande considerazione nell’immediato futuro, soprattutto in un settore come quello dell’editoria».

 

 

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 3148 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6978 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7756 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1017 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21916 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 15407 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 3527 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 3149
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY