Wise Society : In Olanda la prima casa costruita coi rifiuti industriali
ARTICOLI Vedi tutti >>

In Olanda la prima casa costruita coi rifiuti industriali

Due giovani architetti Nina Aalbers e Ferry in 't Veld, hanno costruito un edificio di tre piani con mattoni realizzati con scarti di altre costruzioni

13 febbraio 2017
casa, rifiuti industriali, Stonecycling, mattoni

La casa della periferia di Rotterdam costruita con mattoni composti da rifiuti del settore edilizio, foto: ©Ossip

A guardarla da fuori, sembra una normalissima casa di mattoni a vista color caramello e perfettamente inserita per forme e colori nel contesto del quartiere periferico di Rotterdam (Olanda) dove sorge. Un edificio stretto e alto dove ad ogni piano (ce ne sono quattro con il pianterreno) c’è una stanza per un totale calpestabile di 120 metri quadrati.

Nessuno però direbbe che è stato costruito utilizzando rifiuti – scarti di demolizioni, vetri, terracotte, ceramiche – cotti e miscelati insieme per dar vita a nuovi mattoni. L’idea non poteva che venire da due giovani architetti – Nina Aalbers e il suo compagno Ferry in ‘t Veld dello studio Architectuur Maken – che dopo aver selezionato l’area hanno deciso di costruire l’edificio avvalendosi di 15.000 chilogrammi di materiali altrimenti destinati ad un difficile e costoso smaltimento. Mattoni prodotti da StoneCycling, una start up olandese fondata a Venlo da Tom van Soest e Ward Massa che raccoglie materiali dalle demolizioni in un raggio di 100 chilometri e, seppur mantenendo segreta la ricetta dei suoi mattoni, contribuisce ad alimentare quel concetto di Circular Economy tanto caro all’Unione Europea. Nel continente europeo, infatti, vengono prodotti un terzo di tutti i rifiuti di costruzione del pianeta. Ecco quindi che questa casa di rifiuti si concilia perfettamente nei dettami europei.

I mattoni di StoneCycling, chiamati WasteBasedBrick – che non possono essere realizzati con scarti di metallo o con polveri perchè se combinati con altri materiali

casa, rifiuti industriali, Stonecycling, mattoni

Il mattone fatto di rifiuti con cui è stata costruita una casa di 4 piani a Rotterdam, foto: ©Ossip

possono reagire negativamente – hanno varie forme e colori (e nomi come lenticchia, mirtillo, fungo, tartufo) rispondono agli standard europei e sono oggetto di vari stress test. Come per esempio quello di resistenza alle basse temperature.

«E’ curioso che Nina e Ferry abbiano deciso di investire soldi e tempo e accollarsi i rischi di essere i primi a vivere in una casa costruita a partire dai rifiuti – commenta Ward Massa – Ma è molto importante vedere come una nuova generazione creda in una nuova forma di progettazione e costruzione».

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 27137 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 110 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 10784 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 25130 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 566 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 25248 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 27136 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 22543 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 27138
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY