Wise Society : Rimedi omeopatici contro l’ansia: ecco quali sono
SPECIALE : Stress e Lavoro
ARTICOLI Vedi tutti >>

Rimedi omeopatici contro l’ansia: ecco quali sono

L'omeopatia può essere un valido aiuto anche contro tutte le manifestazioni dello stress. L'importante è scegliere il rimedio giusto, assumerlo correttamente e, se il disturbo persiste, consultare uno specialista per un trattamento personalizzato

Nicoletta Ripani
24 Novembre 2021

Respiro in affanno. Nodo allo stomaco. Senso di “vuoto” alla testa. Insonnia. In una parola sola? Ansia. Purtroppo capita sotto stress. E la tentazione di ricorrere ai farmaci è forte. Tanto che in Italia, secondo le ultime statistiche, sono circa dodici milioni le persone che consumano abitualmente ansiolitici. Dati allarmanti, specie se si pensa che molti di questi farmaci alla lunga causano assuefazione ed effetti collaterali dannosi. Come comportarsi, quindi? Esiste un alternativa? L’omeopatia funziona per l’ansia? Prima di addentrarci nell’argomento andiamo prima a indagare il fenomeno, partendo dai sintomi dell’ansia e dalle sue cause.

Ansia

Foto di Christopher Ott / Unsplash

I sintomi dell’ansia

Ansia e stress. Ansia e attacchi di panico. Ansia e depressione. Inutile dire che l’ansia si manifesta in più modi, sia a livello fisico che mentale. La sintomatologia è infatti spesso confusa soprattutto quando a esserne interessato è il corpo. Dalla dispnea al fiato corto, dalla tachicardia al mal di stomaco molto forte, dai dolori al petto all’acufene / ronzio nelle orecchie, sono davvero molte le manifestazioni fisiche dell’ansia. E si tratta di un quadro talmente variegato che è molto facile confondere la manifestazione fisica di un problema della sfera psichica come campanello d’allarme per una malattia ben più grave.

Quanto ai sintomi mentali dell’ansia, invece, si nomina prima di tutto una generale sensazione di disagio, spesso accompagnata da un senso di vuoto mentale. A ciò si accompagna un sentore crescente di allarme e pericolo a cui si lega l’indizione di pensieri fortemente negativi. L’ansia, insomma, è un’esperienza che avvolge l’organismo a 360°, rendendo spesso difficili anche le azioni più comuni.

Cause dell’ansia

Ricercare le cause dell’ansia significa anche fare una netta demarcazione fa la cosiddetta ansia normale e l’ansia patologica. Solo la seconda, infatti, porta con sé gli effetti negativi (e a lungo termine) del disturbo. In dosi non eccessive l’ansia è infatti normale e consente a ciascuno di noi di adattarsi ai cambiamenti e alle situazioni che la vita porta con sé. Al contrario, l’ansia patologia è paralizzante e/o disturba in modo più è meno invadente il funzionamento psichico (ma anche fisico) di una persona.

Questa netta distinzione è fondamentale per capire che, in realtà, le cause dell’ansia sono ancora parecchio oscure, tanto che gli esperti non sono ancora arrivati a una teoria univoca. Molti sono concordi nell’affermare che il fenomeno sia causato da più fattori concomitanti che, insieme e in alcuni soggetti, possono portare alle manifestazioni d’ansia. In generale si pensa che a concorrere allo sviluppo dell’ansia ci siano fattori ereditari, biologici (quantità di neurotrasmettitori, anomala produzione / disponibilità di ormoni come la serotonina) e conflitti inconsci/psicologici nati da situazioni più o meno traumatizzanti.

ansia

Foto Shutterstock

Omeopatia per l’ansia

Come curare l’ansia? Oltre ai farmaci e al supporto psicologico esiste un’altra alternativa, e ci chiama omeopatia: tentar non nuoce. «Per tenere sotto controllo queste manifestazioni ansiose provocate dallo stress, l’omeopatia può rappresentare una soluzione dolce, valida ed efficace» spiega Paola Maggioni, medico e omeopata che crede nella giusta integrazione fra medicina convenzionale e le pratiche di cura della medicina naturale.

«I rimedi omeopatici, se assunti correttamente e con regolarità, funzionano. Soprattutto non hanno conseguenze negative sul fisico e sulla psiche. Occorre precisare però che l’omeopatia, per definizione, è un approccio terapeutico individuale che cerca di curare non soltanto i sintomi del disturbo ma l’individuo nel suo essere globale», aggiunge Maggioni. Per un trattamento personalizzato, quindi, è sempre meglio rivolgersi a un medico omeopata. «Raccomandazione che diventa obbligo nei casi più seri, quando i disagi sono intensi, ripetuti e prolungati nel tempo. Per affrontare i disturbi più lievi, invece, sono molti i rimedi da utilizzare», conclude l’esperta.

Rimedi omeopatici per l’ansia

Curare l’ansia con l’omeopatia è possibile. Ma poiché il mondo dell’omeopatia è vasto e variegato è bene rivolgersi a un esperto di settore per individuare il trattamento più adatto ed efficace per la propria persona. Per combattere l’ansia, infatti, la scelta è ampia. Abbiamo chiesto alla dott.ssa Maggioni quali sono i prodotti omeopatici più efficaci per gli stati ansiosi ed ecco qui sotto una carrellata molto dettagliata: dalla scelta alle dosi consigliate, senza dimenticare come e quando assumerli.

Ignatia amara

L’ignatia amara è utile per controllare l’eccesso di emotività, per le persone che cambiano improvvisamente umore e per chi si irrita facilmente, anche senza motivo. E’ indicata anche quando ansia e stress sono provocati da un forte dispiacere o da un lutto.

Argentum Nitricum

L’Argentum Nitricum è indicato per lo stress “da fretta”, tipico di persone che vorrebbero concludere velocemente tutto quello che stanno facendo. È consigliato anche a chi non riesce a fermare i pensieri, chi si sente sempre inadeguato, e ai pessimisti. Oppure per chi vive con forte apprensione l’attesa di eventi che devono ancora avvenire, tipo esami, prove, un incontro importante.

Arsenicum Album

L’Arsenicum Album è efficace per gli attacchi d’ansia accompagnati da sensi di colpa o da comportamenti troppo scrupolosi e “rigidi”, per chi è ordinato in modo maniacale, per chi ha la tendenza ad avere idee ossessive. È indicato anche in caso di stress accompagnato da stanchezza fisica e astenia.

ragazza triste

Foto di Sydney Sims / Unsplash

Aconitum napellus

L’Aconitum Napellus è consigliato quando lo stress provoca ansia improvvisa, agitazione, irrequietezza e paura. Queste forme, spesso, sono caratterizzate anche da tachicardia, palpitazioni, brividi.

Lycopodium Clavatum

Il Lycopodium clavatum è per quelle forme di stress mascherate dietro atteggiamenti autoritari e collerici, accompagnati da pessimo umore ed eccessiva suscettibilità. Comportamenti che, in genere, esprimono la mancanza di fiducia in se stessi e nelle proprie capacità.

Nux Vomica

La Nux vomica è un rimedio utile contro lo stress dovuto a ritmi frenetici, per chi si sente incapace di conciliare gli impegni lavorativi con quelli personali e quindi vive in uno stato di preoccupazione e di agitazione continua. È ideale anche per chi abusa di caffè, tè, tabacco e soffre di gastrite.

Rimedi omeopatici per l’ansia: somministrazione e dosi consigliate

Come indicazione di base, i rimedi vanno assunti in particolari diluizioni. In queste forme di natura psicologica, generalmente si utilizzano alla 30 CH.

Le dosi: 3 granuli per 3 volte al giorno, da assumere mezzora prima o due ore dopo i pasti.

I rimedi omeopatici non vanno deglutiti, ma si lasciano sciogliere lentamente sotto la lingua, una zona molto vascolarizzata che permette un loro assorbimento rapido ed efficace.

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2788 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 70876 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 447 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 3080
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY