Wise Society : Amsterdam: mobilità a emissioni zero
ARTICOLI Vedi tutti >>

Amsterdam: mobilità a emissioni zero

La capitale d'Olanda, tra le metropoli più effervescenti e innovative d'Europa, celebre per i suoi canali e i tulipani, si candida a modello d'eccellenza

di Anna Maria Catano
18 febbraio 2010

 

Amsterdam, Città a traffico quasi zero

Città a traffico quasi zero. Sempre più vivibili. Un’utopia? Sicuramente sì, ma c’è anche chi ci prova. Amsterdam, tra le metropoli più effervescenti ed innovative d’Europa, celebre per i suoi canali e i tulipani, si candida a modello d’eccellenza europea. Imboccando la strada del risparmio energetico e del rispetto per l’ambiente. Dove tutto (o quasi) diventa ecosostenibile. Sorprendente Amsterdam. Con un piede nel passato – tra cultura, arte e tradizione – ed uno nel futuro. Accanto agli splendidi palazzi del Seicento che caratterizzano lo skyline della città, sono stati appena inaugurati i primi cinque distributori per mezzi ecologici, macchine e motorini, che nel giro di un paio d’anni saliranno a 200. Mentre è di questi giorni anche l’avvio dei primi appartamenti ecocompatibili, completamente autosufficienti da un punto di vista energetico.

Tra edifici storici ed innovazione il miglior mezzo per gustare l’atmosfera magica della città rimane sicuramente la bicicletta. Non a caso i Paesi Bassi sono l’unica nazione al mondo dove il ciclista ha la prevalenza sull’ automobilista e dove anche una regina, Beatrice d’Olanda, va al mercato pedalando. Nella sola Amsterdam circolano 600 mila bici a fronte di 743 mila abitanti e di 215 mila automobili. E le piste ciclabili coprono un percorso di 400 chilometri all’interno della cerchia urbana. E giovani e anziani e persone d’ogni ceto pedalano tranquillamente, con gran vantaggio anche per la salute, in ogni stagione dell’anno.

In questa città costruita sul fiume Amstel il trasporto è anche su acqua. Lungo la rete di canali ideata e realizzata all’inizio del Seicento s’affacciano le tradizionali house boat galleggianti (alcune trasformate in albergo) o le modernissime GeWoonboot, le case-barca totalmente eco-sostenibili, che generano energia da sé e che dalle acque di scarico producono acqua nuovamente potabile. Qui anche tram e metro viaggiano con l’elettricità verde che viene prodotta dalla combustione dei rifiuti: basti pensare che il 99% della spazzatura viene trasformato in energia ( www.hollandtrade.com). Amsterdam ha dichiarato guerra alle emissioni tossiche e prevede un abbattimento del 40 % del CO2 presente nell’aria nel giro di qualche anno. Chissà se anche i nostri politici prenderanno esempio dagli olandesi?

 

 

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 164 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1846 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 190 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6291 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 669
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY