Wise Society : Proloterapia, una cura dolce per recuperare tendini e legamenti
WISE INCONTRI Vedi tutti >>

Proloterapia, una cura dolce per recuperare tendini e legamenti

Una nuova tecnica che utilizza solo acqua e glucosio per combattere dolori da traumi sportivi, atrosi e altri disturbi. Ecco come funziona

Vincenzo Petraglia
30 novembre 2011

Stephen CavallinoChi di noi almeno una volta nella vita non ha sofferto di dolori da traumi, causati da un incidente o dallo stiramento di un muscolo tendineo (per esempio il cosiddetto “strappo” all’inguine o alla coscia) o di un legamento? Senza contare che alcune malattie hanno fra le proprie conseguenze proprio l’indebolimento dei tessuti, da cui deriva spesso un dolore cronico che ci accompagna a lungo. Per far fronte a tutti questi problemi sempre più diffusi nella nostra società sedentaria, ma anche a mal di schiena, colpi di frusta, cervicale, artrosi, fratture, traumi sportivi, artrite e discopatie, da qualche anno arrivata in Italia una nuova, efficace tecnica importata dagli Stati Uniti, dove viene utilizzata da oltre cinquant’anni, con ottimi risultati. Si chiama proloterapia (o terapia rigenerativa infiltrativa) della quale ci spiega l’efficacia Stephen Cavallino, esperto in materia e medico d’urgenza presso l’Ospedale di Legnago (Verona).

Infiltrazioni contro “strappi” e dolori cronici

 

traumi tendini Stephen Cavallino sportivi sistema immunitario proloterapia ortopedia metabolismo medicina naturale legamenti infiltrazioni gravidanza glucosio epicondilite correre cefalea bambini artrosi anticoagulantiIn che cosa consiste esattamente la proloterapia?

È una tecnica che viene utilizzata per il trattamento delle sindromi dolorose dell’apparato muscolo-scheletrico senza l’utilizzo né di farmaci né di chirurgia ma attraverso semplici infiltrazioni di glucosio, quindi acqua e zucchero, praticate direttamente nelle zone indebolite o lesionate. L’infiltrazione viene fatta direttamente nel legamento o nel tendine interessato dove il glucosio provoca una sorta di infiammazione locale acuta che va a innescare la moltiplicazione (“prolo” deriva infatti dal verbo “proliferare”, ndr) e l’attivazione dei fibroblasti, le cellule responsabili del rinnovamento dei tessuti.

Con quale risultato?

Questa infiammazione provoca una sorta di meccanismo di auto-riparazione attivato dal nostro sistema immunitario grazie al quale i tendini (che congiungono il muscolo all’osso) e i legamenti, (che invece congiungono due ossa formando un’articolazione) riacquistano la loro originaria robustezza, insieme alla graduale scomparsa del dolore cronico.

Qual è la percentuale di successo del trattamento?

Siamo oltre il 90 per cento, intendendo per successo terapeutico l’effettivo recupero, quindi completa guarigione, e il rinforzo di tendini e legamenti.

Ma quali sono nello specifico i disturbi che la proloterapia riesce a curare?

I disturbi che generano dolore cronico per i quali non esistono altre cure, nè chirurgiche nè farmacologiche. Quindi mal di schiena, ernie del disco e sciatica, colpi di frusta, artrite, artrosi, traumi sportivi, disturbi al ginocchio, anche in seguito a lesioni al menisco, al gomito, come avviene, per esempio, con l’epicondilite, (detta anche gomito del tennista) alla spalla, al bacino e all’anca, ai legamenti di piede, caviglia, mano e polso, come nel caso della sindrome del tunnel carpale. La proloterapia può essere inoltre molto utile per trattare emicrania e cefalea causate da una lesione dei legamenti del collo.

Una cura adatta anche ai bambini

 

È vero che questa tecnica viene usata molto, soprattutto all’estero, anche in ambito sportivo?

È così. Negli Stati Uniti, per esempio, sono moltissimi gli sportivi, sia singole persone che squadre intere, come, per esempio, le nazionali di sci, basket e football, che si sottopongono una volta all’anno a sedute di proloteriapia per riparare lesioni o semplicemente rinforzare a titolo preventivo legamenti e tendini.

Al di là degli sportivi possono sottoporsi a proloterapia tutti o ci sono persone per le quali è, invece, sconsigliata?

È adatta a chiunque in quanto non ci sono controindicazioni. Gli stessi diabetici possono sottoporvisi perchè la piccola quantità di zucchero utilizzata nelle infiltrazioni, a differenza del cortisone, invece sconsigliato per questi pazienti, non incide sul loro metabolismo. È inoltre praticabile anche sui bambini, che hanno una risposta immunitaria alla riparazione molto efficace, donne in gravidanza, che spesso soffrono di mal di schiena e non possono assumere farmaci antinfiammatori, i cardiopatici in terapia con anticoaugulanti, che normalmente non possono assumere antinfiammatori e per i quali, quindi, la proloterapia può rappresentare l’unico modo per combattere il dolore cronico legato a disturbi tendinei e ai legamenti. Per loro l’unica accortezza da tenere è quella di sospendere l’assunzione di anticoagulanti il solo giorno prima dell’infiltrazione.

Il dottor Stephen Cavallino mentre pratica la proloterapia

 

Detect language » Italian
© Riproduzione riservata
Continua a leggere questa intervista:
CONOSCI IL PERSONAGGIO
Stephen Cavallino
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

13 risposte a Proloterapia, una cura dolce per recuperare tendini e legamenti

  1. Alfredo Dolcemascolo

    Ho ascoltato proprio stamattina il Dott.Cavallino nella trasmissione del dott. Recca, vivere meglio, con molto interesse. Io da qualche anno sono affetto da artrosi in tutto il lato destro (spalla, anca, ginocchio), e da qualche mese ho dolori soprattutto alla spalla e all’anca destra . Tra qualche giorno farò delle radiografie complete per vedere a che punto è la degenerazione. Vorrei sapere se la proloterapia potrebbe essermi d’aiuto e come fare per una eventuale visita diagnostica. Grazie…….

  2. Alfredo Dolcemascolo

    Come contattare il dott. Cavallino…cell. 3406499315.

  3. ornella

    Buon giorno
    abito ad Imperia e volevo sapere se il Dott Cavallino S. riceve nella mia provincia o dove posso prendere un appuntamento .
    Ringrazio anticipatamente
    Ornella Agnese

  4. Salvatore Fratto

    Due anni orsono sono stato affetto da epicondilite e pur avendo speso 600 € in terapia e quant’altro non avevo risolto il mio probblema. Mi sono rivolto a Milano alla Clinina San pio e dopo aver fatto tre applicazioni di Proloterapia ho risolto il mio dolore, alemeno fino ad oggi.

  5. Antonio

    Vorrei saperne di piu. Sono di Napoli, vorrei sapere quanto costa il trattamento. Il problema x me è alla spalla tendine sovraspinato. Grz mille

  6. fabio boila

    sono nato con un pide equino cavo il dx tra i vari interventi subiti x camminare nmeglio mi hanno tolto l’astragalo la caviglia a recuperato mobilità ma non posso fare più di 1/ 2 km a piedi perche il dolore cresce in modo esponensiale e la caviglia si gonfia. questa terapia puo essere utile ?
    grazie

  7. claudio

    sono bloccato con la schiena , sto facendo terapia di 0203 per 8 sedute 1 a settimana poi inizio la prolo , vorrei sapere quando posso iniziare a correre . aspetto risposta di chi ha eseguito terapia e che risulyati oggi . grazie

  8. salvatore

    Buona sera io sono stato operato ha l’anca messo una protesi anca ciò dolore dal ginocchio al linguine cosa posso fare per non avere dolore e cambiare camino circo 12 mesi con le stampelle e sono stanco se per favore mi potete aiutareBuon “distinti saluti”

  9. matilde panisco

    soffro molto di stati d’ ansia e depressione uso il tavor. Posso applicare la proloterapia? abito a Bari, dove mi posso rivolgere?

  10. ho 5 ernie disco lombare ,potrebbe essere curabile con questo metodo,volio sapere dove vi trovate e se ce qualcosa nella zona di padova,abano..grazie aspetto vostra risposta

  11. Maria Cristina Natale

    Sono molto interessata a trattamenti di proloterapia alle ginocchia. Soffro da anni di borsone e tendinite. Ho fatto ripetute infiltrazioni di acido ialuronico ma con scarsi e solo temporanei miglioramenti. Sono allergica ai Fans. Sono vicino Pescara, dove potrei fare proloterapia? Grazie.
    Aspetto speranzosa la vostra risposta.+

Rispondi a larisa Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8232 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7197 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 183 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8166 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 277 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8230 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8229 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 3512 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8228 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8227 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2812 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6847 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7191 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8225 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 303 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8165 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8233 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8226 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8231
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY