Wise Society : Con “Energiadi” le scuole milanesi producono corrente elettrica pulita
ARTICOLI Vedi tutti >>

Con “Energiadi” le scuole milanesi producono corrente elettrica pulita

Il progetto è stato ideato e organizzato dall'associazione Socialice e ha avuto il patrocinio del Comune

Ilaria Lucchetti
23 novembre 2012

sostenibilità ambientale risparmio energetico politiche energetiche energie alternative energiadiDare origine a energia elettrica sostenibile e “green” dall’uso delle biciclette. È l’idea che anima “Energiadi“, la competizione che da questo mese fino al marzo 2013 coinvolgerà 18 scuole elementari e medie delle 9 zone di Milano, dove studenti e genitori potranno produrre corrente elettrica da fonte pulita semplicemente montando in sella ad apposite due ruote, collegate a  generatori di corrente, che saranno a disposizione dei singoli istituti per una settimana.

 

sostenibilità ambientale risparmio energetico politiche energetiche energie alternative energiadiLa sfida a colpi di pedale per guadagnare il titolo di principali produttori di wattora vedrà confrontarsi 5 mila ragazzi, durante gli orari scolastici e nei weekend. Ma non soltanto loro. Infatti “Energiadi” non è una manifestazione rivolta in modo esclusivo agli studenti, ma a tutte quelle organizzazioni che decideranno di partecipare. Gli istituti, in collaborazione con le commissioni Ambiente ed Educazione dei consigli di zona, inviteranno a prendervi parte anche molte associazioni sportive, culturali, ambientali e del commercio, nell’ambito dei progetti Scuole aperte.

L’energia prodotta dalle scuole servirà poi ad alimentare la Foresta incantata, un’installazione interattiva che illuminerà il Natale in molte zone della città. E, una volta terminate le feste e smontata la Foresta, sarà destinata ad altri progetti ancora da definire.

Ma un altro obiettivo, il più importante dell’iniziativa, è quello di diffondere la cultura della sostenibilità tra i più giovani, ovvero tra coloro che saranno i produttori e gli utilizzatori di questa risorsa nel futuro. E che dovranno necessariamente essere in grado di valutare quanto sia preziosa e come sia vitale imparare a generarla in maniera compatibile con l’ambiente senza mai sprecarla.

Al termine della gara, per dare un incentivo più tangibile e a breve termine, il plesso che avrà fornito la quantità maggiore di energia riceverà un premio.

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 15382 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6297 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6687 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 23 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 3527
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY