Wise Society : Jayanti Kirpalani: «La sacralità della vita è stata dimenticata»
WISE INCONTRI Vedi tutti >>

Jayanti Kirpalani: «La sacralità della vita è stata dimenticata»

Far crescere l'autostima, imparare a gestire spiritualmente le difficoltà, recuperare lo spirito di compassione per un cambiamento repentino delle coscienze è l'unico modo per salvare Madre Terra, che ci è stata data in dono, dalla distruzione

Vincenzo Petraglia
6 dicembre 2013

Sister Jayanti KirpalaniLe sue conferenze seguitissime in tutto il mondo toccano temi quantomai cruciali per il genere umano: istruzione, sostenibilità, salute, sana nutrizione e riduzione degli sprechi alimentari, spiritualità e cultura interrazziale. Sister Jayanti Kirpalani, fra gli ospiti relatori del quinto Forum internazionale su alimentazione e nutrizione promosso da Barilla center for food and nutrition, è direttrice dell’Ufficio di coordinamento internazionale di Brahma Kumaris a Londra, l’organismo non governativo impegnato nella diffusione di una cultura di pace e profondi valori condivisi.

Quali sono gli obiettivi della Brama Kumaris?

La finalità ultima della Brahma Kumaris è riconoscere e ottimizzare le qualità di ogni persona e lo facciamo coinvolgendo in prima persona i singoli individui, chiamati a fare un percorso di ricerca dentro loro stessi e sensibilizzando l’opinione pubblica nei confronti di temi fondamentali quali la pace, lo sviluppo sociale, la spiritualità, il rispetto dei diritti umani e dell’ambiente, la promozione della salute per ciascun essere umano.

A livello individuale come agite nello specifico?

Aiutiamo le persone a tirare fuori il meglio e a scoprire potenzialità interiori inascoltate e a cui non si dà la giusta importanza. Per esempio, un aspetto fondamentale in ogni essere umano è quello di saper gestire spiritualmente le difficoltà, perché nel momento in cui non si riesce a rimuovere quegli ostacoli indipendenti dalla nostra volontà che incontriamo nella vita si può comunque imparare ad affrontarli nel modo migliore possibile, diventando in tal modo anche più forti. Per questo nei nostri centri organizziamo costantemente seminari, laboratori e corsi di meditazione finalizzati a costruire uno stile di vita più sano ed equilibrato e che aiuti anche a migliorare la coscienza di sé e, conseguentemente, la comprensione degli altri.

«Occorre maturare un pensiero positivo nei confronti di noi stessi»

Image by © Luca Tettoni/CorbisNei vostri incontri parlate di meditazione pratica. Che cosa s’intende esattamente?

Significa non disgiungere mai l’aspetto spirituale da quello reale della vita di tutti i giorni. Fondamentale nel nostro approccio è maturare un pensiero positivo nei confronti di noi stessi, gli altri e il mondo che ci circonda, che aiuta nel concreto a migliorare anche la propria autostima e a gestire lo stress. Nei paesi occidentali più che altrove manca il concetto di autostima e la meditazione aiuta proprio a diventare consapevoli del proprio potenziale interiore per svilupparlo sempre di più. Quando le persone cominciano a percorrere seriamente questa strada si scoprono più tranquille e serene, meno ansiose e irritabili e ciò porta a rispettare e ad amare sempre di più se stessi e gli altri.

Un ruolo centrale del vostro lavoro lo occupa il tema dell’alimentazione…

Con la nostra organizzazione promuoviamo stili di vita alimentari più sani, come quello vegetariano, che fa bene all’organismo e che la scienza ha peraltro dimostrato essere uno stile alimentare a minor impatto ambientale. Per produrre carne ottenuta dall’uccisione di una quantità impressionante di animali c’è, infatti, un grandissimo dispendio di acqua ed energia che potrebbero essere destinate invece alla coltivazione di prodotti destinati, per esempio, a sfamare quella parte del mondo colpita da povertà e malnutrizione. Purtroppo oggi si è persa la consapevolezza che ciò che mangiamo e il modo in cui ci nutriamo ha conseguenze non solo sulla nostra salute ma anche su quella del pianeta.

«Siamo in tempo per invertire il processo di distruzione della natura»

Image by © Alberto Ruggieri/Illustration Works/CorbisUno stile di vita che contrasta molto con quello imposto dalla società dei consumi e del fast food

L’erosione dei valori spirituali è la causa prima della profonda crisi socioeconomica che il mondo sta affrontando e se oggi ci troviamo in questa situazione è perché è stata dimenticata la sacralità della vita. La maggior parte degli individui rigetta ogni forma di spiritualità, negando così anche l’importanza del proprio spirito, che ha come risultato il non rispetto delle altre forme di vita. È importante che ogni individuo faccia il suo percorso riappropriandosi di quel processo di consapevolezza e rispetto di se stesso, degli altri e del creato.  Madre Terra ci dice in maniera sempre più insistente che le cose non vanno attraverso i cambiamenti climatici, lo sciogliersi dei ghiacciai, l’aumento dei disastri naturali per cui occorre un cambiamento repentino delle coscienze. Solo attraverso il recupero della consapevolezza della nostra vera identità spirituale di custodi di un bene, il pianeta su cui viviamo, che ci è stato dato gratuitamente in dono, sarà possibile invertire veramente la rotta. Il problema è che il nostro mondo è diventato tutto economia, questo ci ha portati a perdere per strada lo spirito di compassione e condivisione che è l’unico, in un’accezione di genere umano inteso come un’unica grande famiglia, che potrà salvare il mondo dall’autodistruzione.

È fiduciosa sulla capacità di cambiamento dell’uomo?

Sì, lo sono perché confido nella bontà dell’essere umano. Siamo ancora in tempo per invertire questo processo di distruzione della natura di cui siamo responsabili. Bisogna lavorare e sensibilizzare affinché si possano recuperare quei valori innati di rispetto, amore, compassione, saggezza, equilibrio, fratellanza, abbandonando gli egoismi che attanagliano, invece, oggi gli esseri umani.

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questa intervista:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7738 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 15426 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21671 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21673 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 11081 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21672 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21670 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2905
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY