Quando i corpi scolpiti dal bisturi servono per rapide scalate sociali

Monica Onore, Gisella Bianchi
31 marzo 2014

Da sempre uomini e donne intervengono sul proprio corpo in modo tale da essere riconosciuti e accettati all’interno della propria società. Ma la novità odierna è che dalla chirurgia estetica si possono trarre modelli per una nuova visione del proprio fisico che diventa capitale su cui investire anche in prospettiva di una scorciatoia sociale. Un fenomeno sociale confermato dai dati di un recente lavoro di Rossella Ghigi, Sociologa presso l’Università di Bologna.

 

 

CONOSCI IL PERSONAGGIO
Rossella Ghigi
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2865 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 847 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1489 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 332 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7419 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7418 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2526 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 3260
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY