Wise Society : Marco Mengoni canta tra bellezza, arte e natura
ARTICOLI Vedi tutti >>

Marco Mengoni canta tra bellezza, arte e natura

Il cantautore di Ronciglione sceglie cinque luoghi simbolo carichi di atmosfera per altrettanti eventi estivi dall'impatto ambientale minimo

Mariella Caruso
16 maggio 2019

Saranno cinque show unici ed esclusivi con un obiettivo preciso, far immergere chi vi prenderà parte in un’atmosfera in cui natura, arte e bellezza trovano il loro compimento. Li ha pensati Marco Mengoni che dopo essersi esibito per pochissimi affezionati all’Orto Botanico di Milano, alla Ca’ Pesaro a Venezia, al Chiostro del Bramante a Roma, a Palazzo Strozzi a Firenze e al Museo Pietrarsa di Napoli, alle date del suo Atlantico Tour, show ipertecnologico che ha debuttato a Torino, ha inserito questi inaspettati appuntamenti dal titolo “Fuori Atlantico Tour attraversa la bellezza“. Il cantautore di Ronciglione, caso più unico che raro di artista italiano la cui popolarità è sopravvissuta ben oltre la vittoria di un talent show, già ambasciatore italiano della campagna Planet or Plastic? di National Geographic, ha scelto cinque luoghi di pregio per ambientarvi altrettanti eventi unici che, dal 14 al 28 luglio, costelleranno il panorama dei suoi live. Il viaggio di Mengoni partirà dal Labirinto della Masone a Fontanellato, in provincia di Parma, al Teatro Andromeda di Santo Stefano Quisquina a due passi da Agrigento, dal parco di Monte Cucco in Umbria fino a Verbania alla Cava la Beola di Monte a Montecrestese per concludersi ai Laghi di Fusine di Tarvisio.

marco mengoni, atlantico tour, planet or plastic

Il Fuori Atlantico Tour di Marco Mengoni: cinque tappe all’insegna della bellezza e del rispetto dell’ambiente

IL MINI TOUR ALL’INSEGNA DELLA BELLEZZA. Si tratta di luoghi diversi tra loro, ma che in maniera diversa l’uno dall’altro sono simboli dell’arte, della cultura e della natura del nostro Paese. Ad accomunarli, per qualche ora, sarà la musica che Mengoni proporrà in maniera minimale e non invasiva. Una carezza senza intenti da “grandeur”, ma uno spettacolo incastonato in uno spettacolo ancora più grande, quello della natura. E proprio per la diversità degli scenari ogni serata sarà unica. Si passerà dagli appena 108 posti del Teatro Andromeda (tanti quante sono le stelle dell’omonima costellazione) fondato nel centro della Sicilia da Lorenzo Reina un ex pastore, oggi coltivatore, allevatore di asini e gestore di questo teatro dalla scenografia naturale unica dove il cantante di Hola sarà il 18 luglio, a Monte Cucco. In quest’ultimo luogo che è un paradiso per gli amanti degli sport naturali all’aria aperta Mengoni si esibirà il 21 luglio in un concerto a ingresso libero, plastic free con un allestimento a basso impatto ambientale nell’ambito di Suoni Controvento, speciale manifestazione realizzata dall’Associazione Umbra della Canzone e della Musica d’Autore, realizzata in collaborazione con Legambiente. In collaborazione con la Fondazione Tones on the Stones, il 24 luglio, a fare da scenario saranno la cava ancora attiva Beola di Monte a Montecrestese che, per una sera, cambierà destinazione regalando i riflessi d’argento del minerale allo spettacolo. Il mini tour si aprirà il 14 luglio nel parco culturale del Labirinto della Masone disegnato da Franco Maria Ricci tra le 200mila piante di bamboo per chiudersi il 28 in uno speciale appuntamento del No Borders Music Festival tra le foreste e le montagne che incastonano i Laghi di Fusine di Tarvisio.

 L’IMPEGNO SOCIALE. L’impegno di Mengoni a favore dell’ambiente non comincia certo con questi cinque appuntamenti. È attivo il suo impegno come ambasciatore italiano della campagna Planet or Plastic? di National Geographic. Il video che lo vede testimonial è proiettato all’inizio di ogni suo spettacolo e gli Atlantico Gate, che accolgono gli spettatori del tour nei palasport, alla fine del tour saranno donati all’Associazione Outsider che li riciclerà realizzando oggetti come borse, sacche e accessori il cui ricavato della vendita sarà impiegato per il sostegno e l’integrazione delle persone con disabilità assistite dalla stessa associazione.

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 31682 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 31708 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 31680 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 31683 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 31706 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 31678 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1111 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 394 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1703 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 764 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 13604 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 31707 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 31679 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21134 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 31681
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY