WISE PEOPLE Vedi tutti >>
Fabrizio d'Adda di Fagagna

Fabrizio d'Adda di Fagagna

biologo
Il brillante ricercatore dell'IFOM, che studia da anni i fenomeni cellulari legati alla senescenza, mette in chiaro l'importante ruolo della prevenzione per contrastare i danni al DNA e l'invecchiamento precoce. Ai primi posti, tra i suoi consigli, seguire una dieta sana e tenersi lontani dal fumo
Il brillante ricercatore dell'IFOM, che studia da anni i fenomeni cellulari legati alla senescenza, mette in chiaro l'importante ruolo della prevenzione per contrastare i danni al DNA e l'invecchiamento precoce. Ai primi posti, tra i suoi consigli, seguire una dieta sana e tenersi lontani dal fumo
Biografia
3 febbraio 2016
Nato a Udine nel 1966, si è laureato in Scienze Biologiche a Trieste e ottenuto il dottorato di ricerca presso la SISSA, la Scuola di Studi Superiori Avanzati di Trieste. Oggi vive e lavora a Milano. Fabrizio d’Adda di Fagagna dirige dal 2003 in IFOM (Istituto FIRC di Oncologia Molecolare) il Gruppo di Ricerca “Telomeri e Senescenza” formato da attualmente nove ricercatori italiani e stranieri. Il team è stato da lui stesso avviato presso l’Istituto milanese dopo essere rientrato in Italia da sette anni di attività di ricerca svolta in Inghilterra, presso il Gurdon Institute di Cambridge. I risultati dei suoi studi – oltre trenta all’attivo - sono stati pubblicati su riviste internazionali prestigiose come Science, Nature Genetics e Nature. Tra i pochi scienziati italiani eletti dall’EMBO, l’European Molecular Biology Organization, come young investigator, negli ultimi anni d’Adda di Fagagna ha ottenuto diversi prestigiosi riconoscimenti per i risultati delle sue ricerche, tra cui il premio EACR Young Cancer Researcher Award, promosso dall’European Association for Cancer Research, l’autorevole associazione internazionale per la ricerca sul cancro, e il Premio Sapio per la Ricerca Italiana. Oltre al gruppo di ricerca di composizione internazionale che dirige in IFOM, dal gennaio 2012, d’Adda di Fagagna è stato nominato Primo Ricercatore dal CNR di Pavia, dove dirige un laboratorio dedicato allo studio del mantenimento della stabilità genomica.
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 329 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1586 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 3086 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12871 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1481 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2279 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1538 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12862 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 311 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1042 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12870 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6178 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12875 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7138 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 11607 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6869 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 372 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 10623 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12869 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7821 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7525 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12563 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12872 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2780 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12873 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 336
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY