Vedi tutti >>
Genny Mobility
Speciale sedia a ruote per disabili

È un’azienda italiana con sede a Lugano nata dall’intuizione di Paolo Badano, imprenditore edile diventato disabile dopo un incidente in moto da ragazzo.

Attualmente produce due modelli di sedia a ruote (con base auto-bilanciante segway che le fornisce propulsione ed equilibrio) “Genny Urban Mobility”, per muoversi a casa e in città e “Genny Off-Road”, equipaggiata anche per il fuoristrada, ideale per sabbia, erba o neve.

È un progetto che migliora la qualità della vita delle persone disabili, facilitando la loro libertà e integrazione. Non risolve solo un problema di mobilità individuale, ma è stata pensata per rendere accessibile a tutti una nuova tecnologia.

Qualità della vita

Spingere una sedia è limitativo. Così Badano ha pensato a qualcosa che potesse migliore la qualità della vita aiutando a superare una serie di barriere reali e psicologiche. Qualcosa che consentisse di muoversi con maggior libertà, efficienza e autonomia, senza essere considerato come un diasabile.

Libertà e integrazione

La disabilità parla la stessa lingua in tutto il mondo perché  tutti hanno la stessa necessità: essere liberi. Genny risolve un problema di mobilità ma garantische anche una grande libertà a chi la usa perché si tratta di una sedia senza freno né acceleratore: segue in modo intuitivo il movimento del corpo e lascia le mani libere per poter fare  tutto quello che si vuole senza bisogno di fermarsi.

Nuova tecnologia

I potenti motori elettrici di Genny e una tecnologia aero-spaziale permettono a chi la usa di moversi su 2 ruote con il solo leggero spostamento del busto: in avanti per avanzare, indietro per frenare o retrocedere. Un semplice manubrio amovibile garantisce la sterzata a destra o a sinistra, fino ad ottenere rotazioni di 360° sullo stesso asse. Potrebbe essere utile anche ad anziani o malati.

Innovazione premiata

All’edizione 2016 di Naidex, una delle rassegne più importanti al mondo dedicate al mondo della disabilità, Genny Mobility ha conquistato il “ Best In Show Award”, premio assegnato per il contributo dato all’avanzamento tecnologico e al miglioramento della qualità della vita delle persone con disabilità.