Wise Society : Svizzera: il “Programma edifici” fa risparmiare CO2 all’ambiente
ARTICOLI Vedi tutti >>

Svizzera: il “Programma edifici” fa risparmiare CO2 all’ambiente

Finanziati dalla Confederazione 179 milioni di franchi per meglio isolare 3,6 milioni di metri quadrati di superficie di facciate, tetti, pavimenti e finestre e incentivare l'uso delle energie rinnovabili

3 agosto 2016
Programma edifici, Risparmio C02, svizzera

Grazie al “Programma edifici” della Confederazioni nel 2015 sono stati erogati 179 milioni di franchi, Foto: © 2011 Conferenza dei direttori cantonali dell’energia

Forse non tutti sanno che i nostri vicini svizzeri sono famosi nel mondo oltre che per la finanza e per la qualità di molti dei loro prodotti manufatturieri di precisione, anche per l’attenzione che dimostrano nei confronti dell’ambiente. In queste pagine ci siamo già occupati di alcuni progetti di risparmio energetico collettivo che sono stati portati a termine nella Confederazione Elvetica. Come il progetto dei quartieri a 2000 watt di Berna, Zurigo e Lucerna costruiti con cemento riciclato e perfettamente isolati e che garantiscono massima efficienza energetica, ottima illuminazione naturale, spazi interni privi di sostanze inquinanti e un basso carico di radiazioni. O come quello denominato Città dell’energia che già riguarda la metà di quelle della Svizzera, che hanno dimostrato di utilizzare in modo efficiente le risorse promuovendo le energie rinnovabili e una mobilità sostenibile all’interno dei confini comunali.

Tuttavia esiste dal 2010 anche un progetto denominato “Programma edifici” che prevede che il governo centrale della confederazione e quello dei 26 cantoni in cui è suddiviso il territorio finanzino imprese e privati per incentivare l’efficienza energetica e le energie rinnovabili negli edifici svizzeri. Grazie al Programma edifici che ha una durata decennale, sono stati erogati solo nel 2015 circa 179 milioni di franchi (circa 165 milioni di euro), 101 milioni dei quali sono serviti per meglio isolare 3,6 milioni di metri quadrati di superficie di facciate, tetti, pavimenti e finestre e che permetteranno di ridurre, sulla loro intera durata di vita, l’emissione di CO2 in Svizzera di circa 1,6 milioni di tonnellate.

I restanti 78 milioni di contributi sono serviti per incentiovare l’uso delle energie rinnovabili, recupero del calore residuo e ottimizzazione della tecnica degli edifici. E i risultati non si sono fatti attendere. E, grazie agli interventi realizzati l’anno scorso, nei prossimi decenni sarà possibile evitare l’emissione di ulteriori 1,5 milioni di tonnellate di CO2 nel parco edifici svizzero. Un bel risultato, non c’è che dire…

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 154 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 25541 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 25543 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1842 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 30 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 26405 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 9675 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 23 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2761
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY