Wise Society : Al via a Roma Citytech-BUStech
ARTICOLI Vedi tutti >>

Al via a Roma Citytech-BUStech

Allo Spazio Factory presso la Pelanda e alla Città dell’Altra Economia, il 17 e il 18 settembre un ricco programma di workshop e dibattiti dedicato alla mobilità sostenibile come fonte di sviluppo

15 settembre 2015

Smart City qualità ambiente urbano green economy ecomobilità sostenibile Citytech BUStech Citytech car sharing elettrico bike sharingSi chiama Citytech-BUStech ed è il più grande appuntamento nazionale dedicato alla mobilità sostenibile. Due giorni (17 e 18 settembre) in cui Roma si trasforma nella capitale della mobilità alternativa, con un ricchissimo programma di convegni e le ultime tecnologie sulla mobilità e il trasporto pubblico: Green Economy e città intelligenti, autobus di nuova generazione e bici condivise, car sharing e taxi, parcheggi e app che rivoluzionano la mobilità. Per scoprire come la mobilità sostenibile può cambiare concretamente la vita di tutti noi.

Un ciclo di conferenze e workshop in cui si presenteranno soluzioni innovative di mobilità per il Trasporto Pubblico Locale e le ultime tecnologie nell’ambito della Sharing Mobility, Mobilità elettrica, Infomobilità, Interoperabilità e Interconnessione, Parcheggi e Ciclabilità, con relatori di prestigio: tra loro Gian Luca Galletti, Ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Pierfrancesco Maran, Assessore alla mobilità ambiente metropolitane acqua pubblica energia del Comune di Milano, Claudio Lubatti, Assessore Viabilità e Trasporti del Comune di Torino, Gianni Martino, Country Manager di car2go Italia,  Barbara Morgante, Direttore Centrale Strategie, Pianificazione e Sistemi Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane Lanfranco Senn, Full Professor of Regional Economics Università Bocconi, Riccardo Nencini, Vice Ministro del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Ugo De Carolis, CEO Telepass Spa, Edoardo Zanchini, Vicepresidente Nazionale Legambiente.

Un tema, quello della mobilità sostenibile che non può più essere considerato un miraggio. Molte sperimentazioni a livello europeo hanno dimostrato che la mobilità sostenibile, unita a investimenti e politiche che la promuovano, produce stili di vita sani, migliora la qualità dell’ambiente urbano e contribuisce a creare opportunità di lavoro e ad aumentare il PIL. In Italia in particolare, il ricorso all’utilizzo di servizi di mobilità in condivisione, ha contribuito nel corso del 2014 a un rallentamento generale della recessione economica. E le famiglie italiane si sono dimostrate propense all’adozione di stili di vita più frugali e intelligenti, resi possibili dalle nuove tecnologie e dalla connettività mobile, che hanno a loro volta alimentato nuovo benessere e vitali segmenti di mercato.

Clicca qui per il programma completo di Citytech-BUStech.

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 664 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 23309 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21394 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 24681 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6670 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1771 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 24682 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 15186
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY