WISE PEOPLE Vedi tutti >>
Niccolò Fabi

Niccolò Fabi

cantautore
Impegnato in molti progetti a favore dell'Africa, il musicista romano è convinto che per migliorare la nostra società sia necessario ripartire dalle piccole cose, dagli obiettivi raggiungibili e alla propria portata. Solo partendo da scelte concrete e realizzabili, infatti, si può iniziare a stabilire un nuovo equilibrio e vincere il senso di impotenza che spesso ci paralizza e non ci permette di esprimere le nostre potenzialità
Impegnato in molti progetti a favore dell'Africa, il musicista romano è convinto che per migliorare la nostra società sia necessario ripartire dalle piccole cose, dagli obiettivi raggiungibili e alla propria portata. Solo partendo da scelte concrete e realizzabili, infatti, si può iniziare a stabilire un nuovo equilibrio e vincere il senso di impotenza che spesso ci paralizza e non ci permette di esprimere le nostre potenzialità
Biografia
3 febbraio 2016
Niccolò Fabi, musicista e cantautore, nasce a Roma nel 1968 e inizia la sua carriera nella seconda metà degli anni ’90. Al Festival di Sanremo ’97 il suo primo successo importante: gli viene assegnato il Premio della Critica per il brano Capelli. Pubblica il suo primo album, Il giardiniere, a cui segue l'anno successivo il disco Niccolò Fabi. Seguono negli anni molti altri grandi successi e prestigiose collaborazioni artistiche. Nel 2007 realizza Live in Sudan, un documentario che racconta di un viaggio e di un concerto di beneficenza nello stato africano. Dello stesso anno è Violenza 124, un progetto in cui coinvolge sette nomi del panorama musicale italiano nella scrittura di altrettante variazioni sul tema della violenza. Il suo ultimo disco di inediti, Solo un uomo, è del 2009, anno in cui comincia a collaborare con la Ong “Medici con l’Africa Cuamm”: diventa testimonial della campagna “Mio fratello è africano” e realizza il documentario Parole che fanno bene, un racconto tra parole, musica e immagini, di un viaggio in Uganda. Il 30 agosto 2010 organizza al Casale sul Treja, a Mazzano Romano, il grande concerto di beneficenza Parole di Lulù: dodici ore di grande musica in cui vengono coinvolti moltissimi altri artisti italiani e durante il quale vengono raccolti fondi a favore del Cuamm per la costruzione del reparto pediatrico dell’ospedale di Chiulo, in Angola. È la nascita della Fondazione “Parole di Lulù Onlus”, voluta da lui e dalla compagna Shirin Amini, artista e fotografa, che ha l’obiettivo di supportare e promuovere progetti legati al mondo dell’infanzia attraverso il sostegno a strutture che tutelano la salute dei bambini e organizzano per loro attività ludiche ed educative.
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 55 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8398 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 13411 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 13889 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8396 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8027 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7400 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 13890 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 270
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY