Vedi tutti >>
Pirelli
Multinazionale pneumatici

Fondata nel 1872, Pirelli è il quinto operatore al mondo di pneumatici per fatturato. Presente in oltre 160 Paesi, conta oggi 19 stabilimenti in quattro continenti e oltre 36.700 dipendenti (nel 2015). Il fatturato 2015 ammonta a oltre 6,3 miliardi di euro. L’eccellenza dei prodotti, la fama del Calendario Pirelli, il prestigio della partecipazione in Formula 1 e la presenza del gruppo nell’industria della moda contribuiscono al successo del brand nel mondo. Nel perseguire i propri obiettivi, il Gruppo si propone di coniugare profitto e responsabilità sociale.

Responsabilità sociale

Il Gruppo è convinto che essere socialmente responsabile crei valore a lungo termine e permetta di essere più competitivi a livello economico. Ma anche che le risorse del Pianeta e l’ambiente sono un prestito che dovremo restituire alle generazioni future. Per questo già alcuni anni fa Pirelli ha dato vita al piano triennale “verde” per un maggior sviluppo della componente green delle proprie attività.

Pirelli adotta un approccio multi-stakeholder ovvero persegue una crescita sostenibile e duratura basata quanto più possibile sull’equo contemperamento delle aspettative di tutti coloro che interagiscono con l’azienda dagli azionisti alla comunità finanziaria, ma anche clienti, collaboratori, comunità locali, Ong, fornitori e concorrenti.

Vision e governance

Il modello di sostenibilità del Gruppo si ispira al Global Compct delle Nazioni Unite, di cui Pirelli è membro attivo sin dal 2004, e alle Linee Guida ISO 26000 di recente pubblicazione. Questa vision ispira tutti i documenti della Sostenibilità: dal codice Etico (che fissa i principi generali di trasparenza correttezza e lealtà) alle linee di condotta, dalla politica di responsabilità sociale per salute, sicurezza e diritti nel lavoro e ambiente alla dichiarazione sulle pari opportunità.

Un avanzato sistema di governance della sostenibilità consente al Gruppo di gestire al meglio gli impatti economici, sociali e ambientali connessi ai propri processi, prodotti e servizi, sempre nel segno dell’innovazione, nella consapevolezza del proprio ruolo di multinazionale in un contesto globale e nell’ottica di una prevenzione trasversale dei rischi.

Bilancio di sostenibilità

Ogni anno l’azienda pubblica il bilancio di sostenibilità, strumento di fondamentale importanza per comunicare obiettivi raggiunti e nuove sfide a tutti gli stakeholder del Gruppo. Tale documento è inserito all’interno della relazione e bilancio del gruppo, è attestato da un ente terzo, nel rispetto dei principi AA1000, ed è inviato a un ampio network a livello mondiale.

Nel 2015, in particolare, il 48% (rispetto al 46% registrato nel 2014) dei ricavi tyre di Pirelli è derivata da prodotti Green Performance, un livello quasi doppio rispetto al 2009, quando era pari al 25%.

L’impegno di Pirelli sulla sostenibilità è testimoniato anche dai riconoscimenti ricevuti. Tra i più recenti nel 2015 Ford l’ha premiata con il “Green Pillar Award”, riconoscendole il ruolo di leader della sostenibilità e di importante sostenitore del progetto di punta “Reinventing Green”, progetto che si occupa di sviluppare nuove tecnologie per prodotti più sicuri, green e di alta qualità che permettano di migliorare l’esperienza di guida. Nel 2016 Pirelli ha ottenuto il “Reputation Award 2016” e il terzo posto della classifica annuale del Reputation Institute che misura la fiducia dei consumatori nei confronti dell’azienda. Pirelli ha ottenuto 81,5 punti calcolati secondo sette diversi parametri, per quasi la metà (42,5%) costituiti da fattori di sostenibilità.

Fondazione Pirelli

La Fondazione nasce nel 2009 per volontà della famiglia Pirelli e del Gruppo. I suoi obiettivi sono da un lato salvaguardare e valorizzare la conoscenza dell’immenso patrimonio culturale, storico e contemporaneo della Pirelli; dall’altro, promuoverne la cultura d’impresa come parte importante del patrimonio culturale del Paese attraverso varie iniziative, approfondimenti e pubblicazioni per coltivare l’innovazione, valorizzare i saperi dei territori e rilanciare buone pratiche di crescita.

Ambiente, giovani, sicurezza

L’attenzione per l’ambiente di Pirelli si esemplifica in alcune azioni concrete. Una è il monitoraggio della water footprint dell’intero Gruppo, così come della propria carbon footprint. Negli ultimi 6 anni il prelievo di acqua è stato ridotto del 42% rispetto al 2009. L’obiettivo, per il 2020, è di ridurre il prelievo di acqua del 58% rispetto al 2009. Inoltre il 38% circa dell’energia elettrica utilizzata da Pirelli è ottenuta da fonti rinnovabili.

Nel 2015, ha siglato l’European Pact for Youth, patrocinato dalla Commissione Europea e avviato dall’European Business Network for Corporate Social Responsibility, a sostegno dello sviluppo dei giovani.

In qualità di sponsor della squadra di calcio dell’Inter, Pirelli è partner di Inter Campus. Un progetto sociale globale, che sfrutta il calcio come strumento educativo ed è rivolto a bambini e bambine dai 6 ai 13 anni che si trovano in situazioni di difficoltà.

In tema di cultura della sicurezza, Pirelli nel 2013 ha siglato un un accordo globale con DuPont Sustainable Solutions che prevede proprio un’attenzione particolare sull’approccio standard globale da tenere in materia all’interno del Gruppo. Nel 2015 è stato esteso a tutte le sedi del Gruppo. Nel triennio 2013-2015 gli investimenti realizzati dalla società per la salute e la sicurezza hanno superato i 40 milioni di euro, dei quali oltre il 25% è stato investito nel 2015. I risultati: negli stabilimenti Pirelli fuori Torino, il tempo perso a causa di infortuni sul lavoro è sceso dalle 128 ore del 2008 alle 6 del 2014, la frequenza degli incidenti è diminuita del 95% così come la gravità.