Vedi tutti >>
Enel
Multinazionale elettricità e gas

Enel gruppo multinazionale con sede in Italia, è da cinquant’anni uno dei principali operatori integrati nei settori dell’elettricità e del gas di Europa e America Latina. In Europa Enel è la prima azienda elettrica in termini di reported EBITDA e, con 61 milioni di utenze nel mondo, il Gruppo registra la più ampia base di clienti fra i suoi competitors europei (dati al 31 dicembre 2013). Presente in 40 paesi del mondo su 4 continenti, con 75mila dipendenti, distribuisce elettricità e gas a oltre 60 milioni di clienti. Il gruppo è particolarmente impegnato sul fronte dell’innovazione nel campo delle energie rinnovabili, della responsabilità sociale e della difesa dell’ambiente.

Nel 2016 è stato approvato il progetto di integrazione di Enel Green Power in Enel. L’operazione comporta la piena integrazione delle attività rinnovabili all’interno del Gruppo Enel.

Innovazione

Nel costante processo di ricerca e superamento della classica visione di rete elettrica il gruppo punta e investe su nuovi settori: elettronica, informatica e comunicazione. Ne sono un esempio i nuovi contatori elettronici e le reti “intelligenti” (Smart Grids coniugano l’utilizzo di tecnologie tradizionali con soluzioni digitali innovative) che permetteno lo scambio bidirezionale dei flussi di energia. Le reti intelligenti, attraverso la gestione di evolute stazioni di ricarica, sono anche alla base della diffusione della mobilità elettrica e i progetti di E-mobility.

Enel ha presentato nel 2016 il piano per la banda larga, che consiste nel portare la fibra ottica attraverso la rete elettrica e, con essa, la possibilità di collegamento ultra veloce, in 7,5 milioni di case di 224 città italiane entro tre anni.

Responsabilità sociale d’impresa

Il gruppo orienta le proprie attività secondo i principi sanciti nel proprio Codice Etico, che rappresentano il fulcro della cultura aziendale, nonché lo standard di comportamento richiesto a tutti i collaboratori. Dal 2003, Enel pubblica il Bilancio di Sostenibilità e si impegna a mantenere uno stretto rapporto con gli stakeholder: non solo con gli azionisti, i finanziatori, i collaboratori, i clienti e i fornitori ma anche con le istituzioni, le comunità. Nel 2012, per il nono anno consecutivo, Enel fa parte del prestigioso Dow Jones Sustainability Index. Nel 2011 è entrata a far parte del Global Compact LEAD (iniziativa lanciata dal Global Compact delle Nazioni Unite che riunisce le 56 migliori aziende mondiali, punti di riferimento per la sostenibilità economica, sociale e ambientale) e nel 2015, per il quinto anno consecutivo, il Bilancio di Sostenibilità stato riconosciuto dallo stesso Global Compact delle Nazioni Unite come uno dei migliori al mondo. Sempre nel 2015, per il nono anno consecutivo, Enel ha ricevuto il punteggio più alto dalla Global Reporting Initiative. Organizzazione internazionale indipendente, GRI aiuta aziende, governi e altre organizzazioni a comprendere e comunicare l’impatto delle attività sui temi cruciali della sostenibilità come il cambiamento climatico e i diritti umani.

Diverse sono le azioni a sostegno delle comunità più povere del mondo, portando l’elettricità e promuovendo azioni di formazione, di istruzione e di occupazione.

Ambiente

Enel considera l’ambiente, la lotta ai cambiamenti climatici e lo sviluppo sostenibile fattori strategici nello sviluppo delle proprie attività e l’obiettivo del Gruppo è diventare una società energetica a zero emissioni di CO2 in Europa entro il 2050 attraverso l’incremento di fonti a zero emissioni e l’impiego delle migliori tecnologie per ridurre l’impatto delle fonti fossili. Già rispetto al 2009, per ogni kWh prodotto, Enel ha diminuito di oltre il 5% le emissioni di CO2. Le emissioni complessivamente evitate nel 2013, grazie alla produzione di energia attraverso il parco di produzione a zero emissioni, ammontano a 104 milioni di tonnellate di CO2 equivalente. Enel, grazie a una maggiore produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili (+10%), dovuta alla crescita della capacità installata e a un buon livello di idraulicità, ha conseguito una riduzione del 16% rispetto alle emissioni del 2007. Il risultato della ricerca sulle tecnologie di cattura dell’anidride carbonica ha consentito di ottenere l’applicazione del CCS (Carbon Dioxide Capture and Storage) un processo del tutto innovativo che consiste nella separazione di CO2 dagli altri gas delle centrali a carbone, nella “cattura” e nel trasporto fino ai siti di stoccaggio.

In Italia Enel è impegnata anche nella realizzazione di progetti a difesa della biodiversità in collaborazione con Legambiente, Lipu, Marevivo, Enti Locali e Parchi.