WISE PEOPLE Vedi tutti >>
Paolo Manzoni

Paolo Manzoni

economista
Secondo l'ideatore di "Ri-store" finalmente ci stiamo accorgendo di quanto sia insensata la distruzione delle risorse provocata da una cultura dei consumi accelerati, dove tutto si cambia e niente si ripara più. Oggi invece il nostro compito è invertire la rotta: preservare e continuare ad usare
Secondo l'ideatore di "Ri-store" finalmente ci stiamo accorgendo di quanto sia insensata la distruzione delle risorse provocata da una cultura dei consumi accelerati, dove tutto si cambia e niente si ripara più. Oggi invece il nostro compito è invertire la rotta: preservare e continuare ad usare
Biografia
3 febbraio 2016
Paolo Manzoni è nato a Milano nel 1959 dove vive tuttora. Sposato, è padre di due figlie. Si è laureato in Economia Aziendale all’Università Bocconi, seguendo poi corsi complementari alla New York University in Computer Science. Nel suo passato c’è stato un breve periodo da sportivo professionista nel mondo della vela, dove ha vinto una Medaglia d’oro al Valore Atletico, è stato campione del mondo e navigatore in Coppa America e tra i primi ad introdurre le applicazioni informatiche in questo tipo di navigazione. A metà degli anni ‘80 rientra a Milano e inizia l’attività di promotore e sviluppatore immobiliare, realizzando con la propria società GESPI SpA, alcune operazioni di sviluppo di nuove residenze. Da due anni presiede Aspesi Milano, il ramo lombardo dell’associazione tra le società di promozione e sviluppo immobiliare. Recentemente, con la collaborazione di Luca Mortara - esperto di marketing strategico e già ideatore del cohousing nel mondo immobiliare - ha dato vita ad un nuova iniziativa aziendale di GESPI SpA dedicata alla promozione di eventi temporary multimarca e di attività commerciali innovative, con particolare riguardo ai temi del re-commerce, della moda critica, del design, delle passioni sportive e, in futuro, della mobilità sostenibile. Tra queste iniziative emerge RI-STORE, un portale dove sono promossi i beni ricondizionati e la cultura del riuso come modello di consumo critico.
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6174 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1805 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 127 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14392 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 497 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2835 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6166 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14395 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 780 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1812 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 11031 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 10289 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14389 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12378 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14390 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 126 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14393 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 579 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14394 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 688 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12522 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7225 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14391 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2546
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY