Ciabattine abbandonate diventano pezzi design per aiutare l’Africa

Chiara Bondioli, Paolo Robaudi
5 febbraio 2013

La gallerista olandese Judy Straten racconta una storia di ecostenibilità che arriva da molto lontano. Dalle spiagge dell’Africa dove ogni anno l’oceano restituisce centinaia di infradito di plastica provenienti da tutto il globo. Per diventare, grazie all’idea del designer Diederik Schneemann,  preziosi pezzi unici e aiutare le popolazioni locali.

Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 55 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8518 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 60 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8517 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8728 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8520 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8519 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1885 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 892 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 126 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7392 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8729
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY