Wise Society : Adattogeni naturali: dalle piante un boost di energia

Adattogeni naturali: dalle piante un boost di energia

di Lucia Fino
17 Giugno 2022

Estate… la stagione più bella. Quella che ci gratifica di più con il sole, le giornate che si allungano e magari le ferie che aspettavamo da mesi. Eppure anche l’estate porta con sé un carico di stress, sia pure piacevole. A incidere sull’organismo sono i ritmi che cambiano, qualche problema in più ad addormentarsi, il caldo e magari anche le stesse vacanze che, soprattutto nelle persone ansiose, creano un po’ di sovraccarico da aspettativa. Per vivere al meglio i mesi estivi però ci sono sostanze naturali che fanno da booster per l’organismo: gli adattogeni. Rimedi verdi da usare, senza controindicazioni, da giugno a settembre.

Adattogeni: mazzetto di tulsi, il basilico sacro

Tulsi, il basilico sacro – Foto Shutterstock

Cosa sono gli adattogeni

Ma cosa sono gli adattogeni? Sono rimedi naturali, a base di piante officinali, che aiutano l’organismo e la mente a reagire agli “stressor” di varia natura che dobbiamo affrontare, come un momento di superlavoro o di stanchezza fisica oppure ancora semplicemente il passaggio di stagione. Con gli adattogeni il corpo riscopre le sue risorse interne e le utilizza in modo completo, ritrovando il suo equilibrio ottimale.

Come agiscono: i benefici

Le piante adattogene vengono usate da secoli nella medicina tradizionale e in particolare in quella ayurvedica. La ricerca moderna ha dato diverse spiegazione alla loro azione tonica “non violenta”, dolce che non crea eccitazione.

Molti di questi rimedi verdi adattogeni si sono rivelati ricchi di sostanze antiossidanti, quindi anti-age e vitalizzanti. Sono insomma un valido alleato per combattere i radicali liberi, principali responsabili dell’invecchiamento. La loro azione però non si ferma qui: perché agiscono anche a livello neuroendocrino, in particolare ristabiliscono il giusto bilanciamento ormonale che lo stress può alterare. Gli adattogeni abbassano il livello di cortisolo, l’ormone dello stress, che nei momenti più impegnativi aumenta, creando irritabilità, senso di stanchezza e nervosismo, aumento della fame, difficoltà ad addormentarsi.

Usando le piante adattogene ci sente più vitali, lucidi, più forti e in grado di affrontare le situazioni. Senza però avere effetti negativi o un’iperstimolazione come può capitare ad esempio con la caffeina. Queste particolari sembrano avere un effetto positivo anche sul sistema immunitario: stimolano la risposta naturale del corpo contro virus, batteri e prevenengono le infezioni.

Benefici per fegato e tiroide, altri due organi fondamentali per la salute di tutto il corpo ne migliorano la funzionalità. Risultato? Un’azione anti-tossine e un metabolismo più attivo con il piacevole risvolto di pelle e capelli più belli.

Ashwagandha

Foto Shutterstock

Gli adattogeni più utili in estate

In estate i rimedi adattogeni devono dare tono e forza (anche per affrontare le “fatiche” delle vacanze!) e nello stesso tempo risollevare quando il corpo con il caldo sembra andare “in riserva”. Vediamo quali sono le piante più adatte alla bella stagione.

Basilico sacro

Chiamato anche Tulsi, è la pianta regina della medicina ayurvedica. Perché sceglierlo in estate? Perché è un efficace anti-ansia, rende più sereno il riposo anche nelle notti più afose e ha una buona azione antibatterica contro i piccoli disturbi che arrivano con il caldo come i raffreddori da aria condizionata. Si può provare sotto forma di tisana: piacevole e salutare.

Eleuterocco

Se si arriva all’estate stanchi, esauriti fisicamente ma soprattutto “di testa” o se i mesi estivi riservano comunque appuntamenti lavorativi o esami universitari, l’eleuterocco è una soluzione. Un tonico a tutto tondo che ridà forza ma rende anche la mente più lucida. Si può assumere sotto forma di estratto idralcolico: si trova in forma di fiale da bere, gradevolmente dolci.

Shavatari

È considerata l’erba amica delle donne, perché aiuta la fertilità e regola il ciclo ma in realtà fa bene a tutti. Questa pianta indiana, molto usata nell’ayurveda, aiuta ad abbassare i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, è disintossicante e rinforza il sistema immunitario.

Aswaghandha

L’Aswaghandha è rilassante, benefica per la tiroide, energizzante questo rimedio si conferma utile anche in estate. Perfetto anche se, con il cambio di ritmi e di abitudine si soffre di up and down dell’umore perché è una pianta fortemente riequilibrante.

Come assumere gli adattogeni

Gli adattogeni si possono assumere anche per periodi prolungati: ogni 6 settimane è meglio però fare una pausa di alcuni giorni. Se vengono assunti secondo le indicazioni (riportate sulla confezione) non hanno controindicazioni particolari, meglio però sempre chiedere il consiglio del medico prima di iniziare la cura. Non bisogna scoraggiarsi se all’inizio non si notano differenze: servono alcuni giorni prima di vedere i risultati in fatto di benessere ed energia.

Lucia Fino

© Riproduzione riservata
Altri contenuti su questi temi: , , ,
Vedi di più su be healthy
Vedi di più su longevity
Continua a leggere questo articolo:
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 57014 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 519 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 57013 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 74780
Correlati in Wise
 
DALLA COMMUNITY