Olio di Palma

Oggi è sulla bocca di tutti: per le ripercussioni sull’ambiente e per i potenziali danni alla salute. Di olio di palma parlano ambientalisti, nutrizionisti, organizzazioni non governative e consumatori. È davvero un demonio o le notizie che lo riguardano sono talvolta strumentalizzate? Evitarlo serve più all’ambiente, che alla salute. La produzione intensiva della pianta, infatti, ha danneggiato tantissimi ecosistemi naturali e creato ampie zone di deforestazione in Paesi asiatici e africani. Quanto alle possibili ripercussioni per la salute, di per sé l’olio di palma non è pericoloso.

Ma come qualsiasi altro grasso, se se ne abusa, nel lungo periodo può portarci dei problemi soprattutto a carico di cuore e arterie. Il perché risiede in una forte concentrazione di acidi grassi saturi a catena lunga che, se consumati in grandi quantità, favoriscono la comparsa di obesità, ipertensione, ictus e altre malattie cardiovascolari. In sintesi, dunque, evitando l’olio di palma ne guadagnerebbe l’ambiente, in primis. Quanto alla salute, come diceva già Paracelso, «è la dose a fare il veleno».

Commenti disabilitati su Olio di Palma

I commenti sono chiusi.