Wise Society : Se non usi il cellulare regali acqua potabile a un bimbo

Se non usi il cellulare regali acqua potabile a un bimbo

di Michele Novaga
3 Aprile 2014

Basta collegarsi dallo smartphone al sito del Tap Project di Unicef. E la Giorgio Armani Fragrances farà una donazione per ogni dieci minuti in cui il telefono non viene toccato

Come si fa a separarsi dal proprio cellulare anche solo per dieci minuti? In tutto il mondo ormai e non solo nelle cosiddette società occidentali il telefonino rappresenta uno strumento irrinunciabile a cui rimanere attaccati costantemente. Non solo per telefonate o SMS ma, grazie agli smartphone di ultima generazione sempre più multifunzionali, ormai si usa il proprio telefono per scattare foto e inviarle attraverso un numero sempre più elevato di social network, per scrivere mail di lavoro, per consultare app di tutti i tipi, per farsi guidare in un luogo, per consultare il meteo, l’oroscopo, per conoscere i risultati di calcio e per tante altre applicazioni. Un’attività frenetica che coinvolge tutti indistintamente.

Riuscire a lasciarlo in stand by sul tavolo o in tasca senza guardarne il display o senzamuoverlo per più di dieci minuti risulta arduo. Ma può valerne la pena, non solo per aiutare la nostra salute ma anche quella di centinaia di migliaia di bambini e le loro famiglie che non hanno accesso all’acqua. E’ questo il senso del Tap Project dell’Unicef Usa realizzato in collaborazione con la Giorgio Armani Fragrances a cui tutti possono partecipare. Basta collegarsi dal proprio dispositivo mobile all’indirizzo http://tap.unicefusa.org e non toccare più il telefono.

Dal sito si attiva un acceleratore che individua se il telefono viene toccato o spostato dall’utente collegato. E per ogni periodo di dieci minuti senza utilizzarlo viene effettuata la donazione. Nel mentre sul display che diventa blu acqua compaiono una serie di informazioni sulle attività che Unicef conduce nel mondo a salvaguardia dei bambini. E poi dati talvolta impressionanti sulla carenza di acqua potabile nel mondo: sono infatti oltre 768 milioni le persone che non hanno accesso ad acqua potabile e ogni giorno 1600 bambini sotto i 5 anni muoiono per diarrea proprio a causa della carenza d’acqua.

Anche noi di wisesociety.it abbiamo provato a fare il test. Nei 20 minuti in cui siamo riusciti a lasciare il cellulare sul tavolo della redazione abbiamo contribuito a dare acqua pura a due bambini scoprendo, grazie ai dati di volta in volta apparsi sul nostro display, che nel periodo in questione 19 persone stavano facendo la stessa cosa collegate da New York City, che nel mondo erano state inviate 173.611.050 mails, che 4680 foto di cibo erano state postate su Instagram.

La Giorgio Armani Fragrances è sponsor di questo progetto per il quinto anno consecutivo contribuendo con donazioni di 1,8 milioni di dollari. E nel 2014 donerà al comitato USA di Unicef un minimo di 500.000 dollari. E l’Unicef col Tap Project fino ad ora ha raccolto 4,5 milioni di dollari che sono stati utilizzati per progetti di potabilizzazione dell’acqua in tantissimi paesi del mondo: Belize, Camerun, Nicaragua, Costa d’Avorio, Guatemala, Haiti, Iraq, Mauritania, Togo e Vietnam.

Partecipare non richiede grossa fatica, così come farlo fare anche ai nostri amici e parenti. E allora cosa aspettate a farlo?

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 42 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 519 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1543 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 3090 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 373 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 57013 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1194 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 57014 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 748 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 71949
Correlati in Wise
 
DALLA COMMUNITY