Wise Society : Per il benessere del corpo. E del palato
ARTICOLI Vedi tutti >>

Per il benessere del corpo. E del palato

Le spezie sono in genere utilizzate come prodotti da mettere nel cibo per modificare il sapore. Bisogna invece conoscerne anche le preziose virtù terapeutiche

di Monica Onore
30 Luglio 2010

Luciano Zambotti ha scritto Spezie, un pizzico di salute (edizione Tecniche Nuove) che tratta di 30 piante aromatiche, mettendo in evidenza per ognuna la descrizione botanica, i principi attivi, le proprietà, le indicazioni terapeutiche oltre a  gustose ricette.
Una corretta alimentazione può, infatti, prevenire malattie e disordini metabolici evitando di dover ricorrere a farmaci.

 Com’è nato questo libro?

Da diversi anni pazienti e amici mi sollecitavano a dar loro una guida sia su come prevenire molti disturbi con l’alimentazione, sia su come utilizzare le spezie in medicina e anche in cucina. Ho cercato di unire  praticità e utilità. Il libro consente anche ai meno esperti in cucina di preparare semplici infusi e tisane terapeutiche o piatti aromatizzati. Sono convinto che la vera conoscenza si ottenga non solo attraverso lo studio ma anche con la pratica. Inoltre ritengo sia un valore aggiunto sfruttare al massimo le proprietà delle erbe aromatiche che  la maggior parte delle gente utilizza un po’ a caso.

 
Lei parla di 30 spezie: ci fa qualche esempio?

Il rosmarino, ad esempio, potrebbe essere considerato il nostro ginseng perché ha un’azione quasi globale sull’organismo. Agisce sul fegato, sulla bile, regola gli ormoni.
La salvia, invece, per le donne è un rimedio eccezionale. Regola le mestruazioni e con un infuso si ritarda anche la menopausa.  E’ una pianta estrogenica.
Il timo, invece, contiene tante sostanze espettoranti e  antisettiche delle vie respiratorie, urinarie e intestinali. Non solo fluidifica la tosse ma uccide anche i microbi.
Spices, album di Maxpax/flickr
E’ anche un cuoco?

Molte ricette riportate nel libro sono di mia invenzione, molte altre sono delle semplificazioni o modificazioni di ricette estrapolate da altri libri. “S’impara facendo e s’impara sbagliando” sosteneva Leonardo da Vinci; i miei figli possono testimoniare  che le mie prime preparazioni non erano certamente squisite. Anzi li ringrazio per essere stati consapevolmente vittime del loro padre, cuoco inabile e di avermi suggerito consigli preziosi che mi hanno permesso di migliorare le mie qualità in cucina e come fitopreparatore.

Stuffed portabello mushrooms, album di Nieve44/La Luz/flickrLe ricette sono  quasi tutte vegetariane, perché?

Ho di proposito dato ampio spazio alle ricette a base di verdure perché la maggior parte delle persone crede che un regime vegetariano sia triste e deprimente. Essendo convinto del contrario volevo sfatare questo luogo comune.
Inoltre, volevo aiutare e soddisfare quelle persone che desiderano avere un’alimentazione sana e gustosa che riduca, come raccomanda l’Organizzazione mondiale della sanità, i fattori di rischio alimentari correlati a diverse patologie come quelle cardiovascolari e tumorali.

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 427 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 421 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 426 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 425
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY