Wise Society : Medicina ambientale: è nata l’associazione che informa medici e cittadini
ARTICOLI Vedi tutti >>

Medicina ambientale: è nata l’associazione che informa medici e cittadini

Far acquisire a cittadini e medici, conoscenze specifiche sulle patologie di tipo ambientale, in continuo aumento. Ecco l'obiettivo della neonata associazione che ha in programma corsi e appuntamenti aperti a tutti

Lia del Fabro
8 febbraio 2012

Image by © ImageZoo/CorbisFinalmente anche in Italia una buona notizia sul fronte della difesa dalle malattie dovute all’inquinamento ambientale. Qualcosa di concreto si sta realizzando per aumentare la sensibilità  nei confronti dei problemi e della diagnostica delle patologie  di origine ambientale, su cui finora poco si sa e poco è stato fatto. Dopo anni di tentativi, a fine gennaio,  è nata l’ASSIMAS, Associazione Italiana Medicina Ambientale e Salute, i cui obiettivi si possono riassumere nello slogan  “informare i cittadini e formare i medici”. Perché i due aspetti sono profondamente collegati: non bastano medici preparati, servono anche cittadini in grado di stimolare e chiedere chiarimenti su questi temi.

Si intende quindi avviare un’azione che sia di informazione generale e di base attraverso incontri, seminari e iniziative che saranno proposti ai cittadini nei prossimi mesi, a cui affiancare una seria  attività formativa rivolta ai medici. Tra quest’ultimi, coloro che sono interessati ad  approfondire i temi di medicina ambientale potranno frequentare la Scuola di Formazione in Medicina Ambientale Clinica che l’ASSIMAS intende creare entro quest’anno. I primi corsi potrebbero iniziare in autunno: la data prevista è ottobre 2012. La sede della scuola sarà a Milano. I corsi saranno articolati in sei fine settimana, e dureranno tutta la giornata di sabato e domenica. Questa organizzazione prende esempio da quanto si sta facendo da anni in Germania, nell’ambito della formazione con corsi riconosciuti dall’Ordine dei medici di quel Paese. La Scuola è rivolta a tutti i medici, senza distinzione, che intendono acquisire conoscenze specifiche sulle patologie di tipo ambientale e capire quali sono le analisi cliniche a cui si possono sottoporre i pazienti per accertare l’origine di malattie da inquinamento dell’ambiente. Lo scopo è anche quello di facilitare il medico nell’iter diagnostico, fornendogli indicazioni su come orientarsi nel reperimento di materiale per le analisi e di informazioni utili allo scopo.

In attesa che il sito dell’ASSIMAS sia pronto a fine febbraio, chi fosse interessato a ricevere ulteriori notizie e informazioni può rivolgersi a Antonio Maria Pasciuto, medico specialista in medicina ambientale e membro del Consiglio Direttivo di Europeam (Accademia europea di medicina ambientale www.europaem.org) email: antox55@libero.it

Image by © Images.com/Corbis

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8810 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 9127 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 9128 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1816 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 510 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 205 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7375 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6178
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY