Wise Society : Maskne: i brufoli da mascherina si combattono così
ARTICOLI Vedi tutti >>

Maskne: i brufoli da mascherina si combattono così

Lucia Fino
26 Maggio 2021

Fondamentali per prevenire il contagio da Covid-19 ma “impegnative” per la pelle. Le mascherine hanno aumentato la frequenza di irritazioni e di problemi alla pelle: acne, dermatiti e rosacea per primi. Tanto che i dermatologi hanno coniato il termine maskne (nato dall’unione dai termini “mask” e “acne”), ovvero di acne o brufoli da mascherina.

Con il caldo, poi, la situazione tende a peggiorare. La cosidetta “covid face” (che comprende occhiaie, irritazioni alla pelle e colorito malsano) può far apparire più vecchi “regalando” addirittura cinque anni in più. Come agire? Andiamo a scopire cura e rimedi per la maskne così da curare la pelle pur continuando a difenderci dal virus con i dispositivi di protezione individuale.

maskne

Foto Shutterstock

Perché compare la maskne: le cause

È una realtà evidente e confermata dagi specialisti: la mascherina può causare problemi dermatologici e segnare la pelle del viso con imperfezioni e irritazioni. Secondo i dati raccolti da SIDeMaST (Società italiana di dermatologia e malattie sessualmente trasmissibili), il 90% di chi soffre di acne ha avuto un peggioramento ma c’è anche un ulteriore 30% che ha visto il disturbo slatentizzarsi o riacutizzarsi.

Anche chi non ha mai avuto problemi di brufoli può facilmente vedere comparire comedoni e punti neri. Il motivo sta nel fatto che la mascherina crea un ambiente caldo umido sulla cute. Il vapore acqueo del respiro si trasforma in liquido che rimane sulla pelle: si crea un’occlusione che altera il microbiota (la flora batterica) della cute e il film idrolipidico che la protegge, lasciando spazio all’infiammazione.

L’attrito del tessuto e delle parti metalliche può poi creare o peggiorare le dermatiti, con arrossamenti e fastidio: in questo caso si parla, oltre che di acne da sfregamento, anche di “maskitis”. La situazione diventa tanto più seria quanto più a lungo si indossa la maschera protettiva, come può facilmente succedere a chi deve portarla per esigenze di lavoro.

Curare la maskne: rimedi e utili consigli

Non dobbiamo arrenderci all’acne e ai brufoli da mascherina. Anzi le stretegie per diminuire l’infiammazione e le conseguenti irritazioni cutanee esistono. Bisogna però avere la giusta costanza nell’applicare i rimedi. Ecco qui sotto qualche consiglio.

Persone con mascherina

Foto Shutterstock

Detersione dolce

La prima regola per evitare i brufoli da mascherina è curare la detersione. Gli esperti dell’AAD (American Academy of Dermatology), consigliano una detersione regolare e delicata al mattino e alla sera con prodotti senza fragranze, avendo cura di detergere il viso senza sfregare solo con i polpastrelli, senza usare spugne o dischetti abrasivi, risciacquare sempre con acqua tiepida e asciugare con tovagliette morbide di cotone. Chi sta già seguendo una cura contro l’acne dovrebbe chiedere consiglio al dermatologo per bilanciare gli effetti di prodotti troppo aggressivi ed evitare scrub intensi che potrebbero peggirare l’irritazione.

Creme idratanti per aiutare la pelle

Crema viso

Foto di silviarita da Pixabay

Molto importante per ristabilire l’equilibrio idrolipidico della cute è l’uso costante della crema idratante che deve essere applicata almeno mezz’ora prima di indossare la mascherina e fatta assorbire bene. L’ideale è scegliere texture poco oleose, non comedogeniche. Per i dermatologi americani di AAD è il tipo di pelle che deve guidare la scelta: per chi ha la pelle grassa o mista sono perfetti gel idratanti, i più consigliati a tutti durante l’estate con il caldo, mentre una texture più cremosa è indicata solo a chi la pelle particolarmente secca. Fra le formule che idratano maggiormente senza “appesantire” la pelle quelle con acido iarulonico e ceramidi che aumentano anche le difese naturali della cute.

Niente trucco con la mascherina

Sotto la mascherina è meglio che non sia applicato alcun tipo di trucco. Il make up secondo i dermatologi potrebbe peggiorare la maskne, soprattutto se la mascherina viene portata per molte ore. Meglio allora puntare solo sul trucco degli occhi e su una buona matita per sopracciglia che evidenziano le parti più visibili. L’American Academy of Dermatology raccomanda di non trascurare l’idratazione delle labbra che possono seccarsi o screpolarsi nell’attrito con il tessuto protettivo: basta un velo di balsamo protettivo da applicare dopo la detersione e prima di indossare la maschera e da riapplicare prima di andare a letto alla sera.

Filtri solari in estate

Mai fare l’errore di pensare che basti la maschera a proteggere dal sole. I raggi filtrano comunque. I dermatologi consigliano, se si prevede di stare all’aperto, di sostituire l’idratante con un solare leggero, magari spray. Sulla fronte e sulle altre zone esposte direttamente servirà anche a prevenire macchie e arrossamenti.

Mascherina sempre pulita

L’igiene è importantissima per prevenire la maskne. In particolare, secondo i dermatologi di SIDeMaSt, bisogna cambiare regolarmente la mascherina se del tipo usa e getta, chirurgica o Fpp2. La preferenza per questi tipi deve andare a mascherine certificate CE bianche. Le mascherine in tessuto vanno, invece, lavate dopo ogni uso utilizzando detergenti neutri o prodotti biologici ed anallergici. Nella trama della maschera si possono infatti depositare residui di trucco o creme, polvere e altre impurità che facilitano le infezioni.

tipi di mascherine: di stoffa e lavabili

I rimedi naturali contro la maskne

Chi ama i rimedi naturali può sfruttare le proprietà lenitive e purificanti di alcune piante, fiori e frutti. Scopriamo quali sono i rimedi naturali per contrastare l’acne da mascherina.

Aloe vera

Molto utile contro le irritazioni da mascherina il gel di aloe, puro e biologico al 100% da comprare in farmacia ed erboristeria. Si consiglia di applicarlo e stenderlo in modo uniforme nelle ore serali, soprattutto nelle zone del viso in cui la pelle appare rossa, infiammata e segnata.

Camomilla

impacco di camomilla contro maskne

Foto Tea Creative │ Soo Chung / Unsplash

Grazie al suo contenuto di alfabisabolo dall’azione addolcente e calmante, la camomilla può essere usata per impacchi serali che danno luminosità alla pelle e combattono acne e irritazioni da mascherina. Si mettono 2 cucchiai di fiori di camomilla matricaria (in erboristeria) in 250 ml d’acqua bollente e si lasciano in infusione per 30 minuti. Si fa raffeddare, si filtra, e si usa l’infuso come fosse un tonico passandolo sul viso con un dischetto di cotone e sciacquando poi con acqua fresca.

Maschera facciale fai da te alla mela

Infine, contro la maskne è utile una mini-maschera alla mela. Basta semplicemente frullare una mela sbucciata con qualche foglia di salvia fresca ben lavata. Si aggiunge un cucchiaio di miele e si tiene in posa per 5 minuti, sciacquando poi bene con acqua fresca. Si può fare una volta alla settimana per un effetto disinfiammante del viso.

Lucia Fino

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 643 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2173 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 519 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 21997 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 3090 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 32853 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 57013 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 33086 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 57014 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 33658
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY