Wise Society : Lo yoga itinerante che aiuta a condividere le emozioni
ARTICOLI Vedi tutti >>

Lo yoga itinerante che aiuta a condividere le emozioni

Il Guerrilla è un nuovo modo di praticare lo yoga messo a punto da Marc Holzman: in gruppo e sempre in luoghi diversi. Per stimolare l'incontro con gli altri

Fiorenza Da Rold
30 novembre 2011

Image by © Dave & Les Jacobs/Blend Images/Corbis«Il mio non è uno stile di yoga, ma un’idea per praticarlo», ci tiene subito a precisare Marc Holzman, inventore del Guerrilla Yoga.

«Negli Stati Uniti si usa la parola guerrilla per indicare qualcosa di unconventional, contagioso, sorprendente. Quando a Los Angeles chiusero lo studio di yoga dove insegnavo, improvvisai per i miei allievi alcune lezioni in luoghi non ortodossi come parchi, atelier o gallerie d’arte.

Fu subito un successo», racconta.. Così è nato questa particolare formula itinerante di pratica, caratterizzata dall’affiatamento di un gruppo con sempre più persone, che si sposta ogni volta in un luogo diverso e inaspettato.

Per saperne di più

Entrare in contatto con l’energia dell’universo

 

Bisogna dire che anche la storia personale di Marc Holzman è particolare. Insegnante certificato di Anusara®Yoga, nel marzo del 2007 subisce un intervento a cuore aperto. E tale esperienza gli cambia la vita. Paradossalmente, migliorandola, rafforzando la sua convinzione che «la nostra esistenza debba essere affrontata in tutta la sua pienezza, con profonda gratitudine e con il sorriso». Anche con l’aiuto della pratica yoga. Ecco perché il Guerrilla Yoga si basa molto sulla filosofia del donare: diventa un modo per aprirsi all’altro, agli altri, e insieme alle energie superiori che governano i ritmi dell’universo. Così le sue lezioni non hanno un prezzo fisso, perché ognuno alla fine paga secondo le proprie possibilità, versando un’offerta libera in una cassetta. E in questo modo lo yoga diventa un’opportunità accessibile a tutti, anche a quelli che non se lo potrebbero permettere, ma che invece magari hanno molto bisogno di trovare la strada per una nuova pace interiore. «Insegno ai miei allievi come stare seduti a occhi chiusi assaporando il respiro. Dopo che hanno imparato, saranno in grado di farlo in qualsiasi situazione». Marc Holzman con il suo yoga itinerante è ben felice di improvvisare inconti e lezioni anche nei sobborghi e nei quartieri più difficili. «Ogni persona ha un dono speciale o talento e per vivere una vita piena di significato questo dono deve essere condiviso con il mondo Il mondo ha bisogno esattamente di quello che ognuno di noi può offrire», conclude.

Spazio all’espressione artistica

 

Uno dei principali insegnamenti filosofici di Anusara® Yoga (in sanscrito “fluire con la Grazia”) è quello di trovare la bellezza in ogni cosa. Come un artista dialoga con il mondo – attraverso la parola, il corpo, il colore e la forma, rivelando la bellezza agli occhi di chi l’osserva – così nella pratica dell’Anusara® Yoga, si celebra l’espressione artistica che vive nel movimento attraverso il corpo e il sentimento. Le posizioni non sono soltanto fisiche. Sono espressioni fluide e dinamiche che conducono, attraverso il respiro, a sottili cambiamenti degli stati di coscienza. Ognuno dei sensi diviene una porta d’accesso all’esperienza del cuore, per sperimentare un benessere profondo. Spiega Marc Holzman che secondo l’antica filosofia indiana ognuno di noi abita un unico Spirito Universale, caratterizzato da bontà, bellezza, gioia e infinita libertà. Attraverso le posizioni dell’Anusara®Yoga, applicando i Principi Universali di Allineamento™, il Pranayama (l’esercitazione del respiro) e la Meditazione ci allineiamo a questa meravigliosa energia che ci abita (Kundalini Shakti), diventandone consapevoli e riconoscendola in tutto ciò che è attorno a noi. Praticando il contatto con questa grandezza interiore durante la lezione, ci educhiamo a mantenerlo anche nella vita quotidiana. Per saperne di più basta collegarsi al sito: www.guerrillayogi.com

Image by © GRZEGORZ MICHALOWSKI/epa/Corbis

 

Detect language » Italian
 

Detect language » Italian
© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8211 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 848 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 179 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8210 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 332 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 615 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8212 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1592 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6195 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8208 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8214 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8209 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 445 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8213 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7447 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 485 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 484
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY