Wise Society : Il più fidato amico dell’uomo diventa strumento di diagnosi

Il più fidato amico dell’uomo diventa strumento di diagnosi

di Ilaria Lucchetti
15 Marzo 2012

La ricerca investe su un'ipotesi affascinante, alcuni "quattrozampe" potrebbero essere in grado di annusare gravi patologie

foto di !alberto/flickrCon il fiuto che li contraddistingue, i cani sembrerebbero addirittura in grado di scoprire malattie gravi, come i tumori, prima ancora che siano stati diagnosticati dalla medicina ufficiale.

Questa speranza è allo studio di molte indagini scientifiche tanto che un addestratore italiano, Marco Sincovich, si sta formando in Inghilterra con sei esemplari: tre Labrador, un Border Collie, un bracco tedesco e un Malinois. E la ricerca potrebbe essere presto sperimentata anche da noi in Italia.

Se le premesse venissero confermate, i benefici per gli esseri umani sarebbero tanti ed evidenti. A partire dalla possibilità di evitare eccessive medicalizzazioni e ospedalizzazioni, come anche crisi potenzialmente letali nei casi di patologie quali diabete, morbo di Addison e narcolessia.

Il progetto è stato portato avanti da MIDD, Medical Detection Dogs Italia Onlus, associazione senza fini di lucro.

https://sites.google.com/site/medicaldetectiondogitaliaonlus/

 

© Riproduzione riservata
Altri contenuti su questi temi:
Continua a leggere questo articolo: