Wise Society : Dieta e movimento: la ricetta per vivere a lungo
SPECIALE : I segreti della longevità
ARTICOLI Vedi tutti >>

Dieta e movimento: la ricetta per vivere a lungo

Non basta mangiare di meno per vivere di più: ci vuole l'attività fisica. Nel binomio dieta-movimento si esprime al meglio l'ormone AKH, che agisce sul controllo dei livelli di glucosio nel sangue e incrementa il metabolismo dei grassi allungando quindi la durata della vita

Francesca Tozzi
4 luglio 2012

Un vecchio esperimento scientifico condotto sui topi aveva dimostrato che la restrizione calorica contribuiva ad allungare la vita. Una ricerca pubblicata oggi sulla rivista Cell Metabolism ci dice una cosa diversa: la ricetta della longevità passa non solo attraverso la giusta dose di cibo e calorie ma anche attraverso la giusta dose di movimento quotidiano. Secondo quanto sperimentato da un gruppo di ricercatori californiano del Buck Institute for research on aging di Novato, la restrizione calorica può sì rallentare la comparsa di patologie correlate all’invecchiamento ma se non si abbina l’attività fisica non è detto che basti ad allungare la vita.

 Non è solo una questione di consumo calorico ma anche di equlibri ormonali e ottimizzazione del metabolismo. L’esperimento è stato condotto sui moscerini della frutta «Abbiamo scoperto che nei moscerini la restrizione calorica causa un aumento del metabolismo dei grassi nei muscoli e quindi una maggiore attitudine a muoversi – spiega Pankaj Kapahi, che ha diretto la ricerca – ll maggiore movimento indotto dalla dieta incrementa esso stesso il turnover del grasso muscolare e ottimizza quindi il risultato allungando in effetti la vita. I moscerini che invece non potevano muoversi non hanno vissuto più a lungo nonostante fossero stati sottoposti alle stesse ristrettezze caloriche degli altri».

I ricercatori californiani hanno scoperto che il binomio dieta-movimento consente una maggiore espressione dell’ormone AKH, equivalente al nostro glucagone, che agisce sul controllo dei livelli di glucosio nel sangue e incrementa il metabolismo dei grassi allungando quindi la durata della vita. Proprio il contrario, vale la pena ricordarlo, di quello che fa l’insulina quando, richiamata nel sangue da dosi massicce di carboidrati e zuccheri semplici, abbassa la glicemia e va a incrementare le riserve di grasso. I ricercatori del Buck Institute hanno concluso che la semplice restrizione alimentare senza un incremento del movimento può non servire ad allungare la vita anche negli esseri umani. Nell’attesa di ulteriori conferme, un po’ di sport non ci farà male.

Jogging Foto di mikebaird/flickr

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6624 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 412 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6621 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8229 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12861 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14195 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1766 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 14194 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1589
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY