Wise Society : Celiachia, la malattia misteriosa
SPECIALE : Le insidie della Celiachia
ARTICOLI Vedi tutti >>

Celiachia, la malattia misteriosa

Prima puntata del nostro "viaggio" alla scoperta dell'intolleranza al glutine, una malattia che in Italia conta 148.000 malati, 10.000 nuove diagnosi l'anno e un sommerso che potrebbe far contare 600.000 casi

Lia Del Fabro
24 aprile 2014

Image by © Daniel Grill/Tetra Images/CorbisFino alla metà degli anni 80, la celiachia era considerata un fenomeno quasi misterioso, di cui si sapeva poco e che interessava un numero ristretto di persone. La situazione, si è modificata rapidamente e sempre più spesso capita di incontrare amici o conoscenti a cui è stata diagnosticata l’intolleranza al glutine.

In effetti, si tratta di una patologia che probabilmente è sempre esistita, ma la scoperta della sua correlazione con il glutine è storia piuttosto recente, e la comunità scientifica internazionale sta ancora indagando per comprenderne le cause. Più definito il quadro sui marker che la identificano, ovvero gli anticorpi anti transglutaminasi e antigliadina, e le indicazioni per il suo trattamento che consiste nella dieta aglutinata. Impossibile dire se, in base agli studi in corso, verrà fuori qualcosa di più preciso, che comunque al momento non pare una priorità  perché gli strumenti e la terapia raccomandata risultano già abbastanza efficaci.

La sua diffusione è aumentata probabilmente anche a causa della crescita del consumo di grano a livello mondiale. Ma hanno fatto la loro parte e prodotto un incremento delle diagnosi , il ricorso a test specifici e la maggiore sensibilità dei medici di base. Anche il livello di consapevolezza nei confronti della celiachia è accresciuto: un test è rappresentato agli scaffali dei supermercati dove uno spazio sempre maggiore è dedicato ai prodotti privi di glutine. Persino alcuni colossi alimentari, negli ultimi mesi, hanno iniziato a produrre pasta a base di riso e mais, a testimonianza che questo mercato si è via via trasformato in una realtà economicamente interessante. Esiste inoltre l’Associazione Italiana Celiachia (AIC), molto attiva sul territorio nazionale e con un sito ricco di informazioni.

La celiachia non è una malattia da prendere sottogamba. E’ fondamentale riconoscerla il prima possibile per prevenire malattie e per evitare il rischio di sviluppare patologie autoimmuni e complicanze. Per ora in Italia ne soffrono ufficialmente 148 mila persone (secondo gli ultimi dati del Ministero della Salute aggiornati al 2012), in prevalenza donne. Ogni anno le nuove diagnosi sono in media 10.000. Ma questa è solo la punta dell’iceberg perché i celiaci in realtà sarebbero molti di più. Esiste una comunità molto vasta, che al momento risulta ancora sommersa, di cui potrebbero farne parte almeno 600 mila persone. Vale a dire l’1% della popolazione totale nazionale. Oggi nel nostro Paese su 5 celiaci solo 1 è stato individuato. La maggioranza quindi non sa di essere celiaco o non ne ha ancora preso consapevolezza. Va però detto che spesso i sintomi sono molto diversi tra loro e si fa fatica ad attribuirne immediatamente la causa all’intolleranza al glutine.

Una volta arrivati alla diagnosi, bisogna comunque rassegnarsi perché di celiachia non si guarisce, almeno per il momento. È l’alimentazione la grande alleata che aiuta a controllare le conseguenze negative sullo stato di salute dell’individuo.

Per capirne di più cominciamo con il definire in che cosa consiste la celiachia e a considerare i sintomi, la diagnosi, alcune caratteristiche che riguardano donne e bambini per terminare con alcune indicazioni sull’alimentazione. (fine prima puntata)

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 329 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 8056 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 296 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 22302 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 22301 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 22303
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY