Wise Society : Bellezza fai da te? Sì, con le ricette di una volta
ARTICOLI Vedi tutti >>

Bellezza fai da te? Sì, con le ricette di una volta

Dalla frutta al miele, dalla farina all'argilla sono tanti gli ingredienti che si possono facilmente utilizzare come cosmetici naturali. Ecco le istruzioni d'uso

Barbara Pozzoni
12 giugno 2013

Foto di Smabs Sputzer/flickrSiero antirughe, crema notte rigenerante, copriocchiaie, fluido contorno occhi e labbra. Oggi tra i prodotti di cosmetica c’è solo l’imbarazzo della scelta, ma un tempo ci si doveva arrangiare con quello che c’era a disposizione nella bottega sotto casa per mantenersi giovani e belle: gusci d’uovo macinati e setacciati al posto della cipria, barbabietole per dare un tono alle labbra e camomilla per schiarire i capelli. Ma anche adesso la cosmesi naturale può essere una buona alternativa ai prodotti che si acquistano in farmacia o in profumeria. Più genuini e meno costosi. Ecco un piccolo manuale pratico di cosmesi fai da te

 

 

Capelli luminosi

Dosare in un vasetto da un quarto di litro, mezza tazza di olio di oliva, una tazza di miele grezzo e due cucchiai da tavola di succo di limone. Chiudere il recipiente ed agitare con forza. Lasciatelo riposare un paio di giorni. Potete utilizzarlo massaggiando la cute e le radici del capello. Aiutatelo a scendere verso le punte dei capelli con un pettine e lasciate agire per almeno 30 minuti. Lavarsi con uno sciampo naturale ed all’ultimo risciacquo aggiungere  un po’ di aceto di sidro o succo di limone.

Scrub per il viso

Niente di più semplice. Prendete una manciata di farina di granturco inumidita e passarla con energia sul viso e sul collo. Il risultato è una pelle levigata e l’eliminazione totale delle cellule morte.

Foto di SCA Svenska Cellulosa Aktiebolaget/flickrAntirughe

Sbattere un albume d’uovo con alcune gocce di succo di limone ed applicare questa mistura sul viso. Lasciarla asciugare completamente prima di rimuoverla. In alternativa la polpa di banana schiacciata ed applicata su viso e collo previene la secchezza della pelle e attenua le prime rughe.

Mani

Si possono lavare anche senza il sapone: bagnatele e immergetele in una ciotola di crusca, quindi sfregatele delicatamente. Risultato: pelle pulita e più morbida.

Bagno

Per ottenere sali da bagno speziati da utilizzare nella vasca, polverizzare un etto di cannella con 50 grammi di semi di coriandolo e con un etto di cardamomo. Mescolare la polvere ottenuta con un chilo di sale marino integrale grosso. Utilizzarne 5 cucchiai per volta avendo cura di farlo sciogliere con acqua bollente. Il risultato sarà un bagno tonificante ed energizzante.

Fluido doposole

Frullare e filtrare la polpa di mezzo melone, aggiungere al succo 1 cucchiaino di argilla verde ventilata (acquistabile in erboristeria) e mescolare. Attendere che quest’ultima si depositi sul fondo e quindi tamponare le parti arrossate dal sole con il liquido ottenuto. Ripetere l’operazione un po’ di volte e quindi sciacquare con acqua fredda.

 

E inoltre…

Scegliere un sapone che contiene poche sostanze chimiche; non usare troppe volte prodotti esfolianti ( rendono la cute ipersensibile); non idratare troppo o troppo poco la pelle; non utilizzare cosmetici scaduti. Infine per una pelle sempre curata si può usare il miele, mentre come disinfettante naturale è ottima la propoli.

Foto di mondi/flickr

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
Link Sponsorizzati
COMMENTA NELLA COMMUNITY

2 risposte a Bellezza fai da te? Sì, con le ricette di una volta

  1. Linda

    Concordo con molte cose dichiarate. ma esiste la certificazione dei prodotti Biologici, proprio per evitare quanto sostenuto dal Dottore. Gli enti di certificazione richiedono ingredienti di origine naturali ma anche un alta percentuale di ingredienti Bio ( ottenuti solo con processi fisici e certificati Bio),inoltre controlla i claims in etichetta e richiede di inserire le percentuali di ingredienti bio presenti. in tal modo l’azienda che produce non può “inventarsi” che un cosmetico è biologico sono inserendo lo 0.00002% di un olio essenziale/estratto Bio.

  2. Pingback: Blogtaormina Cosmetici naturali, le ricette di una volta » Blogtaormina

Rispondi a Linda Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 848 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 982 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7723 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7721 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6388 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1832 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 510 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 2812 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 7724 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1789 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 683
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY