Wise Society : Piante officinali da coltivare sul balcone (e non solo)
ARTICOLI Vedi tutti >>

Piante officinali da coltivare sul balcone (e non solo)

Rosmarino, menta, salvia bevuti in tisana sono anche efficaci sedativi, digestivi e antiossidanti naturali. E sprigionano principi volatili nell’aria

Gabriella Persiani
22 Maggio 2015
Orto in vaso sul balcone

Image by © Firmston, Victoria/the food passionates/Corbis

La primavera è la stagione perfetta per dedicarsi a orto e giardinaggio. Sui balconi e nei giardini non sbocciano solo fiori ornamentali, anzi. L’orto urbano è di gran moda, si sa, ma quanti sanno che rosmarino, salvia e menta sono ottime piante officinali e rimedi naturali contro diversi disturbi della salute? A guidarci nella scelta del verde che porta benessere oltre che un tocco di colore al nostro balcone è la naturopata Deborah Pavanello, docente di Fitoterapia presso la Scuola di Naturopatia Simo di Milano e autrice di “Piante officinali e Naturopatia” (ed. Enea). «Rosmarino, salvia, menta, origano e ruta, per esempio, sono piante officinali che possono stare sul nostro balcone, insieme a finocchio, camomilla, calendula, alloro», esordisce l’esperta.

Non solo, dunque, foglie per insaporire insalate e piatti gourmet, ma digestivi, antiossidanti e sedativi naturali a portata di mano.

Piante officinali per le tisane: quali sono i benefici?

«Le piante officinali sono molto usate nell’alimentazione, le cosiddette piante aromatiche – continua Pavanello, – tuttavia esse contengono anche principi dalle attività salutistiche. Finocchio, rosmarino e alloro favoriscono la digestione come buoni ingredienti per tisane».

Ma qual è l’efficacia delle tisane? «Il rosmarino, pianta tra le più antiossidanti, è perfetto per infusi digestivi e tisane detox per il fegato. Digestiva e contro i gonfiori di stomaco e intestino la tisana ai semi di finocchio; sedativa quella a base di fiori di camomilla, anch’essa una pianta digestiva e riequilibrante della flora batterica intestinale, consigliata pure ai bambini. La malva cresce bene sul balcone: giovani foglie e fiori in tisana sono molto rinfrescanti e lenitivi di infiammazioni alle mucose; viene per esempio usata per sciacqui in caso di afte alla bocca, oltre che per migliorare la funzionalità intestinale. Con la calendula, che colora la tisana con i suoi petali arancioni ed è una depurativa, sedativa e antisettica, la malva può essere utilizzata in caso di infiammazioni genito-urinarie. Anche la salvia è un’amica delle mucose, oltre ad essere utilizzata in molti rimedi contro l’iperidrosi (l’eccessiva sudorazione): può finire nelle minestre, per insaporirle, ma la tradizione erboristica le attribuisce un importante ruolo anche nella cura del femminile, in quanto riduce i dolori mestruali e favorisce un buon ciclo. La menta, infine, è un’altra digestiva; provate la tisana tiepida, con l’aggiunta di una scorzetta di limone. L’origano è pure un digestivo e si usava per calmare la tosse».

Molto diffusi sul balcone sono i vasetti di lavanda, un ottimo rimedio sedativo se si vuole migliorare il sonno.

Orto urbano con le piante officinali

Image by © Firmston, Victoria/the food passionates/CorbisIl successo dell’orto urbano con le piante officinali sta nello scegliere quelle giuste in base all’esposizione della luce.

«Se il balcone è assolato, posizionare quelle a foglia stretta, come rosmarino, timo e certi tipi di lavanda. Invece la menta, la malva, la salvia, la verbena (un’altra digestiva, detta anche erba limoncina), che hanno la foglia un po’ più larga necessitano di mezz’ombra».

Sul balcone non devono mancare anche aglio, cipolla e porro, che, dal punto di vista alimentare, forniscono oligosaccaridi, «sostanze – spiega la naturopata – di tipo prebiotico, buon nutrimento per la flora batterica. L’aglio di suo è un antisettico conosciuto dalla tradizione erboristica come un rimedio anti-ipertensivo».

Ma le piante officinali non sono solo belle da vedere e buone da mangiare, perché «i loro principi salutistici possono aiutarci nei piccoli disturbi quotidiani», conclude Pavanello.

© Riproduzione riservata
Continua a leggere questo articolo:
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 519 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 373 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 3090 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 1194 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 57013 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 33086 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 748 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 12861 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 57014 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 71184
CORRELATI IN WISE
 
DALLA COMMUNITY