Wise Society : Sapone di Nablus, proprietà e usi dell’oro palestinese

Sapone di Nablus, proprietà e usi dell’oro palestinese

di Lucia Fino
16 Febbraio 2022

Un sapone naturale che concentra le incredibili proprietà emollienti e nutrienti dell’olio di oliva. È il sapone di Nablus e arriva dalla Palestina. Un prodotto antico ma con qualità che lo rendono perfetto ancora oggi in una beauty routine vegan ed ecofriendly. In più è piacevole sulla pelle con il suo profumo delicato e la sua schiuma leggera. In famiglia possono usarlo tutti, anche i più piccoli. Perché allora non scoprirlo e utilizzarlo al posto di detergenti più aggressivi e artificiali?

Sapone di Nablus

Foto Shutterstock

Sapone di Nablus originale dalla Palestina

Il sapone di Nablus originale arriva da un borgo vicino a Gerusalemme, in Cisgiordania, Nablus appunto. Un territorio noto (purtroppo) soprattutto per le sue tristi e travagliate storie di guerra. Eppure è proprio lì che, da sempre, viene preparato con cura questo sapone naturale e unico.

Il sapone di Nablus viene prodotto a partire dall’olio extravergine di oliva di prima spremitura. L’olio è cotto a basse temperature per diversi giorni affinché le sue proprietà si mantengano inalterate. Quindi, una volta che l’impasto si è condensato, viene fatto colare sul pavimento di stanze dedicate solo a questo scopo e segnato con un filo di lana rosso. Nei punti segnati con il filo il sapone di Nablus verrà sagomato e tagliato a mano: è per questo che a volte nel sapone, che ha forme irregolari perché rigorosamente artigianale, si nota qualche filamento rosso. Il procedimento è rimasto immutato per secoli e continua uguale ancora adesso: il sapone di Nablus è una delle migliori saponette naturali che si possano trovare in commercio.

piante di olivi a Nablus in Palestina

Foto Shutterstock

Saponi naturali: buoni con la pelle e con l’ambiente

I saponi naturali sono un’ottima scelta per la pelle perché non contengono siliconi, parabeni e petrolati che fanno male alla nostra pelle e all’ambiente. Le saponette naturali, come appunto il sapone di Nablus ma anche il sapone di Aleppo e quelli prodotti con canapa, neem e baobab rispettano la cute e contengono sostanze facilmente degradabili che non compromettono suolo e acqua. In più sono cruelty free perché base di ingredienti esclusivamente vegetali.

Le proprietà del sapone di Nablus

Perché scegliere il sapone di Nablus? Facile: perché è completamente naturale, è vegano, perché non contiene alcun ingrediente di origine animale ed è senza additivi chimici. È prodotto con un processo a basso impatto ambientale, ecosostenibile e ha un “inci” veramente basic con pochissimi ingredienti: solo olio di oliva, acqua, soda e sale! Può entrare quindi a tutti gli effetti in una cosmetica tradizionale e nello stesso tempo eco-bio.

L’olio extravergine di oliva di cui è fatto è un alimento dalla potente azione antiossidante, anti-aging, un vero e riconosciuto longevity food e proprio per questo il sapone di Nablus è, oltre che detergente, anche nutriente e idratante e combatte infiammazioni e impurità.

Il sapone di Nablus è emolliente perché contiene molta glicerina, vitamina A ed E, sali minerali come il manganese e acido linoleico.
È ideale quando si vuole preservare l’integrità della cute. Niente di meglio, dunque, quando vediamo la pelle del corpo secca, arida, sciupata anche per il contatto con le fibre sintetiche di abiti e calze, per il freddo, per il riscaldamento o per l’aria condizionata.

Saponificio a Nablus

Saponificio a Nablus, Palestina – Foto Shutterstock

Come usare il sapone di Nablus

Il sapone di Nablus si può usare al posto di un normale sapone anche quando la pelle è sensibile. È adatto per l’igiene di viso e corpo e per il suo odore delicato, non dolciastro, è indicato anche per gli uomini.
Le proprietà anti-age dell’olio di oliva lo rendono adatto alle donne con pelle secca, matura e segnata: attenua le piccole rughe e nutre. Sempre perché privo di agenti artificiali il sapone di Nablus si può usare anche per il bagnetto dei bimbi piccoli e dei neonati.

Lascia la pelle morbidissima e fa poca schiuma (segno anche questo che è poco aggressivo!). Il panetto si può passare direttamente sulla pelle bagnata oppure su una spugna inumidita e poi sulla pelle sotto la doccia. Evitando il contorno occhi si può usare anche sul viso al posto dei normali latti detergente.

Dove comprarlo

Il sapone di Nablus si può comprare nei negozi di cosmetica e profumeria naturale e in alcuni supermercati biologici. Si trova anche facilmente online in moltissimi store italiani. Anche la confezione è sostenibile: in carta e cartone riciclabili, senza plastica.

Il sapone di Nablus, anche nei negozi online, si trova originale (controllare la certificazione per essere sicuri) e arriva direttamente dalla Palestina. Comprarlo è anche un modo di sostenere i produttori locali: è una forma di fair trade perché consente ai saponifici artigianali che negli anni, a causa della situazione politica sono diventati meno numerosi, di continuare a esistere e a produrre uno dei migliori saponi naturali al mondo, millenario, un prodotto semplice e di eccellenza.

Lucia Fino

© Riproduzione riservata
Altri contenuti su questi temi: , , ,
Vedi di più su Be Beautiful
Vedi di più su longevity
Continua a leggere questo articolo:
  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 6624 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 71184 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 519 OR  wp_term_relationships.term_taxonomy_id = 57013
Correlati in Wise
 
DALLA COMMUNITY